Low cost

Pubblicato il febbraio 1, 2011 | da Giulia

0

Il Carnevale di Venezia può essere low cost!

Come tutti gli anni, nei giorni del Carnevale di Venezia è un pullulare di iniziative, eventi, manifestazioni e feste. Nei giorni del Carnevale dormire sulle isole della laguna non è mai economico, ma le alternative ci sono. Scopriamole insieme


Si può alloggiare fuori città, in un albergo a Mestre o in un hotel di Marghera, oppure più verso ovest lungo le rive del Brenta a Dolo e Mira (comunque ottimamente collegate direttamente con il treno alla stazione di Venezia Santa Lucia), oppure ancora verso est, in uno degli hotel del Jesolo Lido, a breve distanza da Punta Sabbioni dove partono i traghetti per il Lido di Venezia.

In città il divertimento ‘low cost’ è assicurato dal ricco programma di eventi organizzati dall’amministrazione comunale che ogni anno individua un tema che diventa il filo conduttore per gli eventi culturali e spettacolari. Il cuore della Festa è naturalmente Piazza San Marco dove viene allestito un grande palco per gli eventi, ma in tutta la città si può assistere a spettacoli gratuiti.

Il tema di quest’anno è Il Meraviglioso e il Fantastico nella Natura. Un Carnevale da Fiaba – La Fantastica Foresta.

Tra gli appuntamenti gratuiti organizzati si segnalano la Festa Veneziana sull’acqua il 15 e 16 febbraio, un grande spettacolo acquatico serale fatto di musica, colori e fantastiche creature, l’appuntamento è sulle rive di Cannaregio; il Volo dell’Angelo domenica 23 alle 12 dal campanile di San Marco, accolto a terra da gruppi in costume storico; le sfilate delle maschere sul palco in San Marco con premiazione della più bella domenica 2 marzo alle ore 14.30; lo “Svolo del Leon” il 4 marzo alle ore 17, un tributo al simbolo della città, che salirà sul campanile dipinto su un telo scenografico.

Foto di Alaskan Dude

Tags: ,


A proposito dell'autore di questo post

Quando scrivo viaggio, quando sogno viaggio, quando vivo vorrei sempre viaggiare. Purtroppo non riesco a scappare quanto vorrei, ma per fortuna il mio lavoro mi porta in giro per il mondo, a contatto con la gente. Quando torno mi chiudo dentro la mia stanza e ritorno da dove sono arrivata con la penna o la tastiera. Amo leggere i post di viaggio che si trovano nella rete. Ogni volta che raccontate di un vostro viaggio ... io vorrei essere stata lì con voi.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su ↑