Internet

Pubblicato il Maggio 14, 2013 | da Sergio

0

Intervista a Sara, blogger di Viaggio AnimaMente

La prima domanda non può che essere: chi è Sara? Cosa fa nella vita oltre a viaggiare? Che formazione ha?

Mi chiamo Sara e sono laureata in Economia del Turismo, classe ’83! Sono marchigiana, ma da tre anni, dopo essermi laureata in Romagna, abito in Toscana. Nella vita, oltre che preparare la valigia e viaggiare, mi occupo di social media, web marketing e blog.

La seconda domanda è apparentemente banale, ma visto che ogni globetrotter ha una sua risposta, non possiamo esimerci dal fartela. Perché ti piace viaggiare?

Viaggiare mi fa sentire LIBERA. Viaggio perché sono curiosa di scoprire sempre nuove mete, nuove civiltà e nuovi cibi locali. Viaggio perché non ne posso fare a meno, perché odio la routine e perché restare a casa troppi giorni mi fa sentire male.

A noi piace pensare che per scegliere la prossima meta fai girare il mappamondo tipo roulette russa e poi punti il dito. E’ così? Se invece è una scelta più ponderata, con quali criteri decidi la tua prossima meta?

Diciamo che più o meno avete ragione ;) Solo che anziché far girare il mappamondo mi baso su newsletter che ricevo, su consigli di amici e su post che leggo in altri blog! Il mio prossimo viaggio sarà nelle Fiandre…perché ci vado? Perché mi sono innamorata di racconti di amici che sono stati a Bruges o Gent ;)

Ci racconti brevemente l’avventura più interessante che ti è capitata in viaggio?(o il viaggio più avventuroso?)

Sicuramente uno dei viaggi più avventurosi che ho fatto è stato quello in Guatemala. Ho vissuto per una settimana sull’altopiano guatemalteco a casa di una famiglia per fare la raccolta del caffè! Ho condiviso per 7 giorni gioie e dolori di quel tipo di lavoro, alloggiando in un’abitazione con tetto in lamiera, bagno esterno e senza doccia. Ma oltre ad essere stato il viaggio avventuroso è stato anche il più bello perché ho condiviso il modo di vivere di quelle persone.

Di tutti i Paesi che hai visitato in quale ti piacerebbe vivere e perché? Sai già quali saranno le prossime mete di viaggio nel 2013?

Un posto dove andrei a vivere anche domani è Fuerteventura. L’isola selvaggia delle Canarie dove durante il mio viaggio mi sono sentita libera e a contatto con la natura. Un’isola semplice dove il mare, il vento e l’accento spagnolo caliente la fanno da padroni! Le mie mete per questo 2013? I prossimi viaggi sicuri sono le Fiandre, come ho detto sopra, tanta Italia come Torino, Abruzzo, Gargano, Venezia, Toscana… e due viaggi possibili come Irlanda e Cuba.

Questa domanda è frutto di una curiosità: cosa significa e da dove arriva il nome del blog Viaggio AnimaMente?

Il nome del mio blog nasce da una giornata di grandi riflessioni. Ho iniziato a pensare cosa fosse per me il VIAGGIO, quali parti del corpo interessasse ed è nato lui: Viaggio AnimaMente. Il bisogno di viaggiare parte dall’anima ed arriva alla mente e la soluzione, per stare meglio, è quella di prenotare immediatamente un volo, un treno o anche un tour…qualsiasi cosa che mi faccia sentire libera e lontana dalla routine.

Sul tuo blog ormai ci sono centinaia di post che raccontano itinerari, esperienze, luoghi, consigli e modi di fare e di essere durante un viaggio. Come e quando ti sei inventata travel blogger? Durante quale viaggio ti è venuta voglia di raccontare la tua avventura?

Il mio blog ha poco più di un anno, ma in tutti i viaggi precedenti io scrivevo diari di viaggio. Infatti, grazie a questi, posso scrivere post anche di viaggi fatti alcuni anni fa, i miei diari mi aiutano a ricordare. Poi l’idea di aprire il blog mi è venuta tre anni fa…finita l’università ed entrata nel mondo del lavoro sul web. Alla fine, dopo averci pensato per diverso tempo, mi sono decisa ed ho partorito Viaggio AnimaMente.

Quanti sono i lettori affezionati, quelli che per nulla al mondo si perdono un tuo post o un itinerario di quelli che proponi? Quanti feed hai?

Il mio blog mi dà molte soddisfazioni. Molte persone, conosciute sul web, o molti amici mi fanno spesso i complimenti e mi chiedono informazioni e consigli su dove fare il prossimo viaggio. Ogni volta che ricevo un commento ad un post o quando ricevo una mail in privato con richiesta di consigli o anche solo con un complimento…io mi sento realizzata e capisco di aver fatto la scelta giusta aprendo il mio blog, coltivando una mia passione.

In assoluto qual è stato il post di cui vai più orgogliosa?

I post di viaggio di cui vado più orgogliosa sono due: quello sul campo di lavoro in Messico e quello della raccolta del caffè in Guatemala. Ne vado fiera perché ho davvero provato queste emozioni, ho davvero vissuto per 3 settimane, ogni viaggio, in un posto così lontano dalla nostra realtà ma allo stesso tempo così vero.

Consideri il ‘travel blogger’ un’attività professionale (presente o futura) o rimane solo un bellissimo hobby?

Sarebbe davvero bello se il travel blogger potesse essere un lavoro perché vorrebbe dire fare un lavoro con passione, bellissimo. Purtroppo, ad oggi, è un mio grande hobby che però, al tempo stesso, mi permette di viaggiare molto ed avere grandi soddisfazioni personali e conoscere tanta bella gente…come voi ;)

Su quali canali promuovi il blog? Come fai a seguire senza impazzire Facebook, Twitter, MySpace, Linkedin, ASmallWorld, Hi5, Orkut, Google+, ecc ecc ecc?

Il mio blog viene promosso su Twitter, Facebook, Pinterest, Flickr e Google+ principalmente. Io seguo con amore e passione tutti i vari canali social…non mi fanno mica impazzire ;) ) Anzi non saprei come fare senza!

Quali strumenti tecnologici non mancano mai nel tuo bagaglio? Quali oggetti che altri considererebbero superflui porti sempre con te (es: portafortuna, post-it, parastinchi…)?

Mi porto sempre con me il mio iPhone, il carica batterie portatile e la mia digitale! Oggetti superflui? (non ridete se ve lo dico!) Polsini per il mal d’auto, aereo, mare!!! Per me sono vitali anche se credo sia tutta una questione di testa ;)

Quali sono secondo te i Travel Blogger più interessanti in lingua italiana?

Apprezzo tantissimi colleghi Travel Blogger con i quali sono diventata anche amica quindi non voglio farvi una classifica…ma se devo pensare ad uno in particolare dico Marco di NonSoloTuristi! Lui è fantastico, vive la vita viaggiando ed io lo apprezzo come persona, prima di tutto, come amico e come travel blogger!

Infine, da giovane-vecchia saggia viaggiatrice-blogger: qual è il primo consiglio che daresti a chi volesse aprire un Blog di viaggi?

L’importante è metterci (e quindi avere!) la passione per aprire un travel blog! Con quella arriveranno, con il tempo, anche tante soddisfazioni personali.

Tags:


A proposito dell'autore di questo post

Giornalista professionista, appassionato di animali e viaggi, cibo e informatica. Sognatore di professione, cerco di rendere migliore questo mondo raccontando e raccogliendo le piccole esperienze quotidiane che messe insieme fanno una vita. I miei figli dicono che è più facile saltarmi che girarmi intorno. Ma quella è solo apparenza. La sostanza è una costante attenzione per le cose belle e buone che questo mondo ci mette tutti i giorni nel piatto.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su ↑