Montagna

Pubblicato il gennaio 20, 2014 | da Maurizio Beolchini

0

Sciare in Trentino: le migliori località sciistiche

Il Trentino è il cuore delle Alpi italiane e dello sport invernale, e nessuno se ne abbia a male perché sono i numeri a dirlo:
740 chilometri di piste  per ogni grado di difficoltà e preparazione;
480 chilometri di piste da fondo;
278 impianti di risalita;
3000 cannoni per l’innevamento artificiale che coprono l’80% delle piste;
67.000 metri il dislivello complessivo delle piste, abbastanza per sciare una volta e mezza il giro dell’equatore.

Ed attorno a tutti questi numeri la più bella opera d’architettura del Mondo, come le Corbusier definì queste montagne dolomitiche. Ma per mettere in moto questo motore è necessaria una tecnologia d’avanguardia come la nuova telecabina di San Martino di Castrozza o le due di Canazei in Val di Fassa e le piccole cabine da 2 a 6 posti di Madonna di Campiglio, e le tante seggiovie tri e quadriposti ad agganciamento automatico ormai operative ovunque. Uomini, natura, tecnnologia e tradizione, tutto questo è sciare in Trentino tra le più belle vette del mondo!

Madonna di Campiglio: 150 Km di piste, 60 per il fondo

E’ situata a 1550 m tra campo Carlo Magno, le Dolomiti del Brenta, le Alpi dell’Adamello e della Presanella. Con le stazioni sciistiche di Folgarida, Marilleva e Pinzolo costituisce il comprensorio sciistico più grande del Trentino con 150 chilometri di piste. La nuova funivia Campiglio- Pinzolo crea un collegamento diretto tra i due maggiori centri del comprensorio. Madonna di Campiglio offre da sola 60 chilometri di piste tra le quali la celebre e velocissima tre/tre e l’altrettanto impegnativa Spinale. Ben 5 snowpark sono riservati agli amanti dello snowboard, da non perdere l’Ursus Snowpark definito dagli appassionati tra i migliori delle Alpi. La pista Melghette unisce Madonna di Campiglio a Folgarida e Marilleva. Quest’ultima si trova a 1400 m tra le Dolomiti del Brenta ed i ghiacciai dell’Adamello Presanella e Cevedale ed offre agli sciatori ben 60 chilometri di piste servite dagli impianti più moderni del comprensorio e spesso illuminate per utilizzo notturno e serale. Pinzolo è la località sciistica più bassa, a soli 780 m di altitudine, ma la nuova cabina del Tulot verso Campiglio e le nuove piste di oltre 5 chilometri di sviluppo DoloMitica, Tour e Star che ritornano direttamente in paese stanno trasformando il borgo più tranquillo della valle in un centro di prim’ordine. Ben 30 chilometri di piste ed anelli di fondo sono a disposizione degli appassionati di sci nordico tra Commezzadura e Mezzana.

Info neve ed impianti: www.pinzolodolomiti.it
Info hotel e pacchetti scontati: www.traveleurope.net/itinerari/m/madonna-di-campiglio.shtml

Val di Fassa: 114 Km di piste, 59 per il fondo

La valle situata nel Trentino nord orientale è il naturale proseguimento della Val di Fiemme ed ha inizio dal comune di Moena terminando 20 chilometri a monte in località Penia che in lingua ladina significa proprio “più niente”. La valle è una profonda e vasta spaccatura tra le più imponenti cime delle Dolomiti che la circondano: i Monti Pallidi, la Marmolada, il Gruppo del Sella, il Gruppo del Sassolungo e il Gruppo del Catinaccio. Le sue stazioni sciistiche rientrano tutte nel consorzio Dolomiti Superski, il più esteso delle Alpi.

Catinaccio-Rosengarten: si raggiunge con una caratteristica scala mobile che dal centro di Vigo di Fassa porta alla partenza della funivia Catinaccio, ma anche da Pera di Fassa con le due seggiovie Vaiolet e la Pian Pecei. Le piste dell’area si sviluppano per 16 chilometri complessivi equamente distribuiti tra piste facili, scuola e più impegnative come la Thoni, la pista più lunga e più tecnica che misura 2 km.

Buffaure: si raggiunge con la cabina da Pozza di Fassa ed è il regno degli snowboarder che hanno a disposizione 16 chilometri di piste di media difficoltà come la panoramiche che sviluppa ben 6 chilometri dall’alto del Rifugio Cruz attraverso i boschi fino in Val San Nicolò e quindi alla partenza della cabina.

Belvedere/Col Rodella di Canazei/Campitello, di notevoli dimensioni, collegata con Val Gardena (BZ) e Arabba-Marmolada (BL). Si raggiunge da Campitello con la nuova funivia 100 posti che porta verso il Sassolungo e ben 13 chilometri di piste. Al Col Rodella la pista agonistica ha un impianto con cronometro self- timer e non mancano piste adeguate anche per i bambini ed i principianti che trovano il loro spazio presso il campo scuola Col de Lin.
Gli amanti dello sci nordico non hanno di che lamentarsi, hanno a disposizione oltre 50 chilometri di piste, mentre chi preferisce lo sci di fondo trova gli anelli lungo la valle che da Moena raggiunge Canazei, tra boschi e pascoli innevati con le Dolomiti come magico scenario.

Info neve ed impianti: www.fassa.com
Info hotel e pacchetti scontati: www.traveleurope.net/area/hotel-val-di-fassa.php

San Martino di Castrozza: 57 Km di piste, 34 per il fondo

Siamo nella valle del Primiero nel profondo trentino orientale, in una larga conca di pascoli che nell’inverno si copre di una spessa e compatta coltre di neve. Le cime delle Dolomiti disegnano tutto intorno lo skyline di questo regno incantato: il Cimon delle pale di San Martino, la cima della Madonna, il bianco porfido del Colbricon e la vetta a piramide del monte Pavione. A San Martino il Carosello delle Malghe comprende ben 45 chilometri di piste tra impianti d’avanguardia e rifugi rinomati per la loro cucina. A Colverde si trovano anche due piste illuminate fino alle 22. Le discese partono dalla terrazza naturale dell’Altopiano delle pale di San Martino a 2700 m, ideale per i percorsi di sci alpinismo, freeride o anche solo una per passeggiata con le ciaspole.

La vicinissima località di Passo Rolle completa l’offerta con altri 15 chilometri di piste che si sviluppano proprio sotto il Cimon della Pala di San Martino. Una delle sue piste più belle e più amate delle Dolomiti è la Tognola che scende per 3 chilometri attraverso i boschi e lungo i ripidi pascoli davanti alle pale di San Martino, molto veloce e tecnica consigliata ai soli esperti. Come anche la pista nera Direttissima del Caroselllo delle Malghe che scende ripida come dice il nome per i 2250 di lunghezza dalla punta Ces fino alle case di San Martino. Anche la pista Paradiso di Passo Rolle è una pista nera dalla pendenza notevole e definita come difficile e molto tecnica, riservata agli sciatori più esperti. La Colbricon invece è una pista rossa panoramica e giudicata tra le piste più belle tra le mille e più di Dolomiti Superski, ideale per terminare la giornata scendendo a casa con gli sci ai piedi. Più di 30 chilometri di piste ed anelli di fondo si snodano a valle tra boschi, pascoli innevati e panorami da cartolina.

Info neve ed impianti: www.sanmartino.com
Info hotel e pacchetti scontati: www.traveleurope.net/itinerari/s/san-martino-di-castrozza.shtml

Folgaria, Lavarone: 55 Km di piste, 50 per il fondo

Situato sulle Prealpi vicentine l’altopiano di Folgaria comprende anche le stazioni sciistiche di Lavarone e Luserna. Sono ben 35 gli impianti che servono le piste del Comprensorio con 55 chilometri di sviluppo complessivo di cui 41 a Folgaria e 14 a Lavarone. L’offerta è adatta agli sciatori di ogni livello perché sono 19 le piste rosse, 2 le nere molto tecniche e veloci e ben 24 le piste blu. Particolare interesse per le famiglie, tra storia sport e turismo, ha lo skitour storico Castello dei Forti della Grande Guerra. Con gli sci ai piedi e pochi passaggi in minibus questo intrigante tour impegna per una intera giornata tutta la famiglia sci ai piedi tra discese in paesaggi da cartolina e scoperte delle vestigia della Grande Guerra. Gli appassionati di sci nordico trovano al passo Coe 35 km di piste ed a Forte Cherle un anello di 14 chilometri.

Info neve ed impianti: http://www.folgariaski.com/it
Info hotel e pacchetti scontati: www.traveleurope.net/itinerari/f/folgaria.shtml

Obereggen, Ski Center Latemar: 54 Km di piste, 87 per il fondo

Tra Bolzano e Trento, a soli venti minuti dal casello autostradale di Bolzano, sorge Obereggen, situato alle pendici del massiccio del Latemar riconosciuto dall’Unesco come Patrimonio dell’Umanità. 14 seggiovie, 2 cabine e 2 sciovie servono 48 chilometri di piste caratterizzate da larghezza e lunghezza superiore alla media, con 10 piste blu, ben 22 rosse ed 8 nere tra le quali la Pala di Santa che con la pendenza del 58% è una delle più ripide e veloci delle Alpi. Un ampio ed attrezzato snowpark è a disposizione degli appassionati di snowboard e Brunoland e Yetiland sono i due Baby snowpark con area scuola e gioco anche per i più piccoli. Lo sci notturno fino alle 22 è una tradizione ad Obereggen, i giorni e gli orari variano a seconda dell’andamento stagionale. Anche gli amanti dello sci nordico trovano ovviamente il loro spazio, una serie di anelli che partono da Nova Ponente lungo la val d’Ega collegano incantevoli borghi e masi isolati tra i pascoli innevati.

Info neve ed impianti: www.latemar.it/it/Piste-e-Impianti.asp
Info hotel e pacchetti scontati: www.traveleurope.net/itinerari/n/nova-ponente.shtml

Fai della Paganella: 50 Km di piste

Fai della Paganella è compresa in un vasto altopiano alle pendici delle Dolomiti del Brenta ed all’interno del Parco Naturale Adamello Brenta. Il comprensorio è all’avanguardia nell’offerta sportiva invernale con 50 chilometri di piste che corrono lungo gli oltre 1100 m di dislivello generale con il 100% di copertura degli impianti di innevamento programmato. Le piste, per la caratteristica conformazione geografica dell’altopiano, risultano molto larghe in modo che anche le più ripide e tecniche siano percorribili in sicurezza da sciatori non provetti. 10 piste blu, 12 rosse ed una nera oltre ad un vasto ed attrezzatissimo snowpark riservato agli snowboard vi aspettano. Il collegamento Scoiattolo completa l’offerta di piste facili del comprensorio, mentre la Nuvola Rossa è praticamente un tuffo di 3,5 chilometri per settecento metri di dislivello fino alla valle dell’Adige, per cuori forti e sciatori provetti. Il tutto è servito da ben 17 impianti che assicurano un trasporto orario di 27.000 persone, nemmeno fosse la metropolitana di Milano. Ben 100 maestri sono a disposizione di principianti e bambini nei 2 campi scuola in quota e nei 2 campi sull’arrivo delle piste in paese ai piedi degli impianti di risalita. Gli appassionati del fondo trovano un anello di 2,5 chilometri illuminato anche alla sera sul laghetto carsico di Andalo. Non lontano c’è l’anello scuola da 750 m dove è possibile noleggiare attrezzature. Il secondo anello di 4 chilometri si trova in località Priori con un dislivello di 140 m e pendenze tra il 9% ed il 23%. Tutti e tre rientrano nel circuito Supernordskipass.

Info neve ed impianti: www.paganella.net
Info hotel e pacchetti scontati: www.traveleurope.net/itinerari/f/fai-della-paganella.shtml

Cavalese, Cermis: 23 Km di piste

Situato a 1000 m di altezza nella Val di Fiemme, Cavalese è il centro spirituale dello sci nordico italiano essendo la patria della marcialonga, la maggiore manifestazione di sci di fondo che ogni anno raccoglie migliaia di partecipanti. Cavalese si trova nel punto più aperto e soleggiato della valle ed è collegato con la cabina alla stazione sciistica dell’Alpe di Cermis. La valle è parte del consorzio Dolomiti Superski che con un unico skipass permette di accedere al maggiore comprensorio sciistico d’Europa con oltre 1220 chilometri di piste e 460 impianti di risalita. Gli snow park della Val di Fiemme e di Cavalese in particolare sono attrezzati con halfpipe naturali e non, jump, pro jump, kicker, rails, boardercross e walls per assicurare adrenalina e divertimento agli appassionati di snowboard e di freestyle.

Info neve ed impianti: www.visittrentino.it/it/localita/cavalese
Info hotel e pacchetti scontati: www.traveleurope.net/itinerari/c/cavalese.shtml

Tags: ,


A proposito dell'autore di questo post

Un'amica giornalista mi chiamò nell'87 architetto pentito perché dopo l'esame di stato passato con 40 avevo scelto di aprire un Pub. Poi nel 2000 in piena bolla Internet ho finalmente scoperto che la birra irlandese era migliore di quella di Porta Romana e dopo avere venduto tutto su Ebay come Matteo Caccia sono partito per Dublino. Dopo quindici anni di andarivieni mi è pure passata la paura del volo e sento fratello questo leggendario popolo irlandese a metà tra il pragmatismo inglese ed il possibilismo napoletano!



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su ↑