Manifestazioni

Pubblicato il marzo 14, 2012 | da Sergio

0

Alla 46° edizione di Vinitaly debutta l’etichetta Bio

Saranno ben 4200 gli espositori che porteranno i loro nettari d’uva e d’oliva alla 46° edizione di Vinitaly, Salone internazionale del Vino e dei Distillati. La Fiera si terrà presso il Polo fieristico di VeronaFiere dal 25 al 28 marzo. Per la prima volta saranno presenti anche rappresentanze di produttori e buyer provenienti da Uzbekistan, Moldavia, Azerbaijan e Armenia. Un evento quindi sempre più internazionale.

Tra le novità più importanti di questa edizione 2012 di Vinitaly il cambio di data, un format che permette migliori opportunità di business e soprattutto il debutto della rassegna ViViT – Vigne, Vignaioli, Terroir, dedicata ai vini realizzati con metodi biologici e biodinamici. Si tratta di un debutto importante che anticipa la decisione della Commissione Europea che dalla prossima vendemmia riconoscerà l’etichetta Bio sulle bottiglie.

Il cambio di data rispetto all’edizione di Vinitaly del 2011, con un giorno in meno in programma, viene incontro alle esigenze di espositori, buyer internazionali e di tutto il settore Horeca (Hotellerie-Restaurant-Café) che chiedevano di ottimizzare i tempi di presenza. Il format di Vinitaly diventa più spiccatamente commerciale, con diverse iniziative volte a migliorare l’esperienza di business di espositori e buyer, con una nuova serie di possibilità di incontro e relazione.

Il tutto con un occhio sempre al consumatore che affolla da sempre gli spazi espositivi di Vinitaly per cercare di capire e conoscere un mondo sempre più affascinante e complesso. A Vinitaly si offrono grandi possibilità di degustazione. L’area Taste Italy si specializza anche grazie alla collaborazione con Doctor Wine (Daniele Cernilli), Tasting Ex…Press e Trendy oggi-Big domani. Al Gambero Rosso il compito di presentare ben 375 vini che sono stati premiati con i mitici Tre Bicchieri.

Ma Vinitaly non è solo esposizione, business e degustazione, ma anche un momento in cui la cultura del vino, dei distillati e dell’olio è protagonista di incontri, seminari e convegni. Il ricco programma di appuntamenti e dibattiti è già online in modo da poter scegliere il giorno o i giorni migliori per andare in Fiera.

Da non perdere è anche il dopo-Salone. Alla sera infatti si dà spazio ai wine lover, gli amanti del nettare di Bacco con Vinitaly for you: in centro a Verona, presso il Palazzo della Gran Guardia, grande palazzo davanti all’Arena in piazza Bra’, dove si continua a degustare vino, ma a suon di musica.

In contemporanea a Vinitaly si svolgono Sol, Salone internazionale dell’olio extravergine, la 6a edizione di Agrifood Club e la 15a edizione di Enolitech, Salone Internazionale delle Tecniche per la Viticoltura, l’Enologia e delle Tecnologie Olivicole ed Olearie. In quei giorni non sarà perciò facile trovare un hotel a Verona vicino alla Fiera con camere libere: la prenotazione anticipata è vivamente consigliata.

Perché Vinitaly è sempre più importante?

Perché il settore vitivinicolo traina il comparto agroalimentare nazionale, con un fatturato 2011 di oltre 10 miliardi di euro di cui 4 provenienti dall’export, in crescita del 13% rispetto al 2010.

Foto di br1dotcom

Tags: , , ,


A proposito dell'autore di questo post

Giornalista professionista, appassionato di animali e viaggi, cibo e informatica. Sognatore di professione, cerco di rendere migliore questo mondo raccontando e raccogliendo le piccole esperienze quotidiane che messe insieme fanno una vita. I miei figli dicono che è più facile saltarmi che girarmi intorno. Ma quella è solo apparenza. La sostanza è una costante attenzione per le cose belle e buone che questo mondo ci mette tutti i giorni nel piatto.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su ↑