Montagna

Pubblicato il gennaio 13, 2014 | da Maurizio Beolchini

0

Sciare in Lombardia: le migliori località sciistiche

La Lombardia fa la parte del leone nel grande circo dello sci alpino italiano, può infatti contare su 70 stazioni sciistiche che sviluppano oltre 12.000 chilometri di piste da discesa servite da ben 400 impianti. Ma anche lo sci nordico non è da meno, ci sono oltre 600 chilometri di piste da fondo attrezzate e spesso illuminate che si snodano per boschi e valli.

Del resto poco meno della metà del territorio lombardo è coperto dalle Alpi e dalle Prealpi con circa 100 vette che superano i 3000 metri ed alcune di loro si avvicinano ai 4000 come l’Ortles e il Cevedale. La natura e la sua salvaguardia hanno portato alla creazione di 22 parchi regionali, di 60 riserve e del grande Parco nazionale dello Stelvio.

Le Alpi Centrali sono quasi interamente rappresentate dalla Valtellina che si sviluppa fino a Livigno ed al Passo dello Stelvio. A sud delle Alpi Orobie nell’alta Val Camonica sorge invece l’ampio comprensorio dell’Adamello Ski che spazia da Ponte di Legno al Tonale fino alla Presolana e alla Val di Sole. Nella bergamasca si scia in piccoli, ma ben organizzati comprensori della Val Brembana e Valsassina che grazie alla loro vicinanza a Milano sono particolarmente cari ai cittadini del capoluogo lombardo e della sua provincia. Ma scopriamo nel dettaglio tutte le migliori località sciistiche della Lombardia.

Livigno: 115 Km di piste

Livigno, tra i comuni più elevati d’Italia, era considerato negli anni ’60 per la sua location estrema, una zona turisticamente disagiata, ma oggi trasformando gli aspetti negativi in qualità è diventata una delle località Top dello sci in Valtellina. Per la sua altezza e posizione la neve naturale non manca mai e di questi tempi non è qualità da poco. Se vi è possibile vi consigliamo di lasciare l’auto a valle perché per ovvi motivi i parcheggi scarseggiano.

Info neve ed impianti: www.livigno.eu/it
Info hotel e pacchetti scontati: www.traveleurope.net/itinerari/l/livigno.shtml

Adamello Ski: 100 Km di piste

E’ tra i maggiori comprensori sciistici delle Alpi centrali e si sviluppa tra Lombardia e Trentino dal Passo del Tonale al Ghiacciaio Presena fino a Temù, e Ponte di Legno, Vermiglio e Vezza d’Oglio. Un ottimo esempio italiano di come un’area riesca a valorizzare al meglio la sua storia e la sua natura più autentica. Tutto ma proprio tutto per la discesa, il fondo, lo snowboard e per divertirsi sulla neve a tutte le età.

Info neve ed impianti: www.adamelloski.com/it
Info hotel e pacchetti scontati: www.traveleurope.net/itinerari/p/ponte-di-legno.shtm

Madesimo: 62 km di piste

Nel cuore dell’Alta Valtellina, Madesimo, è il comune italiano più lontano dal mare, decisamente quindi il meno mediterraneo. La profonda vocazione verso la neve, lo sport ed il duro lavoro sono le caratteristiche genetiche di quest’area e della sua gente che con oltre 60 km di piste accoglie sciatori appassionati per una divertente settimana bianca.

Info neve ed impianti: www.skiareavalchiavenna.it
Info hotel e pacchetti scontati: www.traveleurope.net/itinerari/m/madesimo.shtml

Bormio: oltre 50 km di piste

Potrebbe essere la Courmayeur della Valtellina sia per la sua forte frequentazione milanese che per la storica vocazione sportiva e turistica. Si scia fino a 3000 metri con piste adatte veramente a tutti dai principianti ai campioni della Coppa del Mondo, la pista più famosa è la Stelvio che con il 63% di pendenza media risulta tra le 10 più ripide dell’intero arco alpino. Da non perdere per l’apres ski qualche ora rilassante alle terme dei Bagni di Bormio.

Info neve ed impianti: www.bormioski.eu
Info hotel e pacchetti scontati: www.traveleurope.net/itinerari/b/bormio.shtml

Chiesa in Valmalenco: 55 km di piste, 48 per il fondo

Situato nell’alta Valtellina presso la Skiarea del Palù, Chiesa in Valmalenco, è un punto di partenza ideale per escursioni alpinistiche e sci-alpinistiche verso il massiccio del Bernina, il Gruppo dello Scalino ed il Monte Disgrazia. Amato dai praticanti del fondo, dalle famiglie con bambini e dagli alpinisti ad ogni livello di preparazione.

Info neve ed impianti: www.sondrioevalmalenco.it
Info hotel e pacchetti scontati: www.traveleurope.net/itinerari/c/chiesa-in-valmalenco.shtml

Aprica: 50 Km di piste

A cavallo dell’omonimo passo tra la Valcamonica e la Valtellina è un’altra delle località montane dove emergono le caratteristiche culturali e storiche della montagna lombarda. La sua vocazione turistica dall’800 ad oggi l’ha portato ad essere una delle stazioni sciistiche tra le più attrezzate d’Italia. Da non perdere a fine febbraio la storica Sunà da Mars (suonare di marzo) dove squadre di scampanatori in costume locale s’incontrano in piazza e nelle contrade scambiandosi grandi scampanellate dai campanacci.

Info neve ed impianti: www.apricaonline.com
Info hotel e pacchetti scontati: www.traveleurope.net/itinerari/a/aprica.shtml

Santa Caterina Valfurva: 35 Km di piste, 18 km per il fondo

La Valtellina più profonda e più autentica si scopre in questo Paese arroccato 12 km dopo Bormio a breve distanza dal passo del Gavia. È il paese natale di celebri sciatori ed alpinisti ed unisce al caratteristico ambiente montano una capacità ricettiva ed una ospitalità senza eguali.

Info neve ed impianti: www.santacaterina.it
Info hotel e pacchetti scontati: www.traveleurope.net/itinerari/s/santa-caterina-valfurva.shtml

Piani di Bobbio: 34 km di piste

Situato in Valsassina tra Bergamo e Lecco, Piani di Bobbio, si trovano a pochi chilometri da Milano da Como, da Bergamo e dalle altre cittadine della Brianza. Tra i meriti indiscussi di questa località sciistica l’avere unito in unico comprensorio sciistico le due province lombarde offrendo risorse ad una storica area. Unico neo la bassa quota di molte piste che non sempre sono bene innevate.

Info neve ed impianti: www.pianidibobbio.com
Info hotel e pacchetti scontati: www.traveleurope.net/itinerari/l/lecco.shtml

Piazzatorre: 30 km di piste

Comune di 400 abitanti in provincia di Bergamo, Piazzatorre è situato su di un altopiano ed apprezzato per il suo clima. Frequentato da gruppi sportivi durante la preparazione atletica, è perfetto anche per vacanze sulla neve per famiglie e principianti. Non mancano sole, natura e neve, impianti low cost e tanto divertimento.

Info neve ed impianti: www.piazzatorreskiarea.com
Info hotel e pacchetti scontati: www.traveleurope.net/itinerari/c/clanezzo.shtml

Montecampione: 28 Km di piste

Esperimento urbanistico montano riuscito purtroppo solo a metà, Montecampione propone comunque una discreta offerta di piste ed impianti a chi sa accontentarsi di passare una giornata sulla neve senza code e soprattutto spendendo pochi euro. Tante seconde case e pochi alberghi ma ospitali e dai prezzi buoni.

Info neve ed impianti: www.montecampioneskiarea.it
Info hotel e pacchetti scontati: www.traveleurope.net/itinerari/b/boario-terme.shtml

Brembo Ski – Foppolo Carona: 25 km di piste

Il Brembo Ski vi aspetta in Val Brembana a meno di 95 Km da Milano. Si raggiunge facilmente dall’uscita della A4 Dalmine direzione San Pellegrino, quindi San Simone in Valle Brembana, proseguendo poi per Foppolo e Carona. Stazione sciistica ideale per chi è alla ricerca di una vacanza sulla neve low cost e per gli amanti della tintarella montana.

Info neve ed impianti: www.bremboski.it
Info hotel e pacchetti scontati: www.traveleurope.net/itinerari/s/san-pellegrino-terme.shtml

Colere: 25 km di piste

Comune situato a 750 metri di altezza nella provincia di Bergamo sotto il versante nord della Presolana, Colere, è una rinomata località sciistica per la neve abbondante che la contraddistingue per tutta la durata della stagione invernale. Le sue piste da sci si sviluppano nella Val di Scalve verso il pizzo Camino con un dislivello di 1200 m che essendo protette dal sole mantengono la neve fresca intatta.

Info neve ed impianti: www.colereski.it
Info hotel e pacchetti scontati: www.traveleurope.net/itinerari/c/castione-della-presolana.shtml

Lizzola: 20 km di piste, 10 per il fondo

Lizzola, piccolo comune in provincia di Bergamo, è famoso tra chi ama praticare gli sport invernali. Situato in una conca della Valbondione, nell’alta Val Seriana, offre piste da sci servite da 4 seggiovie alle pendici del Monte Vigna Vaga. Lizzola una località low cost ideale per famiglie e per chi intende lo sci come gioia di stare all’aria aperta e non come sfida.

Info neve ed impianti: www.lizzolasci.it
Info hotel e pacchetti scontati: www.traveleurope.net/itinerari/n/nembro.shtml

Passo dello Stelvio: 20 Km di piste, 18 km per il fondo

Basta precisare che questo è il passo più alto in Italia, si trova infatti a 2758 m ed è il secondo in Europa dopo il Colle dell’Iseran nella Savoia francese che lo supera di pochi metri (2770). Il passo dello Stelvio unisce l’Italia al Canton Grigioni, mentre la strada che lo attraversa collega Bormio e la Valtellina alla Val Venosta ed al comune di Trafoi. Ci si scia più d’estate che d’inverno, quando troppo spesso risulta bloccato per la troppa neve e le condizioni meteo avverse.

Info neve ed impianti: www.passostelvio.com
Info hotel e pacchetti scontati: www.traveleurope.net/itinerari/p/passo-stelvio.shtml

Borno: 20 km di piste

Borno, situato in Valcamonica, in un’area chiamata l’Altopiano del Sole, vi accoglie nello splendido scenario delle vette più orientali delle prealpi Orobiche. Una stazione sciistica invernale tra le più apprezzate della provincia di Brescia, ma anche una località di villeggiatura estiva.

Info neve ed impianti: www.bornoturismo.it
Info hotel e pacchetti scontati: www.traveleurope.net/itinerari/b/borno.shtml

Spiazzi di Gromo: 15 km di piste

Spiazzi di Gromo vi aspetta in Val Seriana in provincia di Bergamo. E’ una località caratteristica con rifugi e ristoranti sulle piste che portano lo sportivo a dovere scegliere tra morbide discese sci ai piedi e rilassanti soste enogastronomiche con piatti tipici della tradizione locale accompagnati da un calice di vino.
Info neve ed impianti: www.spiazzidigromo.it
Info hotel e pacchetti scontati: www.traveleurope.net/itinerari/n/nembro.shtml

Tags: ,


A proposito dell'autore di questo post

Un'amica giornalista mi chiamò nell'87 architetto pentito perché dopo l'esame di stato passato con 40 avevo scelto di aprire un Pub. Poi nel 2000 in piena bolla Internet ho finalmente scoperto che la birra irlandese era migliore di quella di Porta Romana e dopo avere venduto tutto su Ebay come Matteo Caccia sono partito per Dublino. Dopo quindici anni di andarivieni mi è pure passata la paura del volo e sento fratello questo leggendario popolo irlandese a metà tra il pragmatismo inglese ed il possibilismo napoletano!



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su ↑