Mostre

Pubblicato il febbraio 24, 2012 | da Sergio

0

Mostre Milano: Earth laughs in flowers, David LaChapelle

La Terra Ride nei Fiori, Earth Laughs in Flowers, è il titolo di una serie di opere fotografiche del grande artista americano David LaChapelle. Le opere – in mostra alla Galleria Robilant di via Fontana, zona Porta Vittoria a Milano dal 16 febbraio al 24 marzo – rappresentano la visione dell’artista sui temi della bellezza, della vanità e della caducità della Vita: tra i fiori, i frutti, le maschere e le candele delle classiche nature morte dell’arte barocca, spuntano gli oggetti più comuni della vita moderna, cellulari, oggetti da fast food, bambole, latte di alimenti, giornali, sigarette, modellini giocattolo, ecc.
Una rivisitazione delle nature morte del Seicento in chiave moderna e, come al solito, molto surreale del poliedrico artista nato nel 1963 a Fairfield nel Connecticut.


Le dieci opere esposte alla Galleria Robilant + Voena a Milano, di cui è possibile avere un’anteprima sul sito di LaChapelle, vogliono invitare il visitatore a volgere il pensiero ai temi della vanità, che spesso nasconde la bellezza, che deve fare i conti con i ritmi e la ciclicità della vita.

Il titolo della serie di opere, che è anche il titolo della mostra a Milano, Earth Laughs in Flowers, è una citazione di un’opera di Ralph Waldo Emerson, considerato da molti il più importante filosofo statunitense della storia.

Nel poema dal titolo Hamatreya, Emerson scrive: “Earth laughs in flowers, to see her boastful boys” … la terra ride nei fiori, guardando i suoi figli vanagloriosi. La Terra ride dell’arroganza degli uomini, che pensano di governare l’Universo, mentre sono solo di passaggio.

Da questa immagine parte LaChapelle per raccontare nelle sue opere la vanagloria appunto, fatta di oggetti superflui o esagerati di cui ci circondiamo, spesso ignari, inconsapevoli o ciechi della bellezza che la natura ci offre. Peraltro in un tempo pressoché infinito rispetto alla vita dell’uomo.

Insomma, una buona occasione per ammirare le opere di un grande del nostro tempo e per lasciarsi pervadere da pensieri sul nostro vivere quotidiano. I titoli delle opere sono, come nello stile dell’artista, molto esplicativi: “America”, “Flaccid Passion”, “Late Summer”, “Deathless Winter”.

David LaChapelle a Milano alla gallerie Robilant + Voena dal 16 febbraio al 24 marzo 2012.

Foto da blog Panorama

Tags:


A proposito dell'autore di questo post

Giornalista professionista, appassionato di animali e viaggi, cibo e informatica. Sognatore di professione, cerco di rendere migliore questo mondo raccontando e raccogliendo le piccole esperienze quotidiane che messe insieme fanno una vita. I miei figli dicono che è più facile saltarmi che girarmi intorno. Ma quella è solo apparenza. La sostanza è una costante attenzione per le cose belle e buone che questo mondo ci mette tutti i giorni nel piatto.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su ↑