Feste

Pubblicato il novembre 18, 2011 | da Sergio

0

L’erba del vicino è più buona? Si decide alla Cannabis Cup ad Amsterdam

Nella città più tollerante d’Europa dal 20 al 24 novembre si tiene una particolare gara: produttori e coffee shop si sfidano a chi offre la marijuana più buona. I giudici sono i clienti che con un voucher di circa 250 euro potranno ‘assaggiare’ tutte le qualità proposte e stabilire così quale è la produzione migliore.

E’ la 24° edizione della Cannabis Cup, un evento che solo una città come Amsterdam può proporre e che ogni anno attira centinaia di migliaia di … estimatori. La manifestazione è organizzata dalla rivista specializzata High Times.

Nel corso dei cinque giorni dell’evento tutta Amsterdam è coinvolta, con convegni, concerti, spettacoli dal vivo, artisti di strada e manifestazioni che hanno un denominatore comune: la cannabis, non solo come strumento di … svago, ma anche come prodotto adatto a una serie pressoché infinita di usi. Da quello terapeutico, alla produzione di tessuti, all’edilizia.

Il fondatore della manifestazione è Steven Hager, che ha reso questo evento molto popolare e che attira turisti da ogni parte d’Europa. E’ dal 1987 che si svolge la High Times Cannabis Cup e nel tempo ha assunto una valenza importante appunto non solo legata al consumo, ma anche all’uso industriale della cannabis.

L’expo della Cannabis Cup si svolgerà al Borchland Sportcentrum nella zona sud-est di Amsterdam, dove saranno esposte le migliori qualità e tutti i prodotti derivati dalla coltivazione. Presso il centro sarà inoltre possibile registrarsi in qualità di giudici e acquistare i biglietti per le manifestazioni e i concerti.

Il pass da giudice dà la possibilità di accedere a tutte le cerimonie e gli eventi del festival, ai concerti, alla fiera espositiva: inoltre i giudici sono dotati di una particolare t-shirt e possono utilizzare il bus gratuito per andare nella zona dell’esposizione. IlJudges Pass non dà però la possibilità di avere campioni di erba gratuiti che devono comunque essere acquistati presso i coffeeshop che aderiscono all’evento.

Foto di sidelife

Tags: ,


A proposito dell'autore di questo post

Giornalista professionista, appassionato di animali e viaggi, cibo e informatica. Sognatore di professione, cerco di rendere migliore questo mondo raccontando e raccogliendo le piccole esperienze quotidiane che messe insieme fanno una vita. I miei figli dicono che è più facile saltarmi che girarmi intorno. Ma quella è solo apparenza. La sostanza è una costante attenzione per le cose belle e buone che questo mondo ci mette tutti i giorni nel piatto.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su ↑