Spettacoli

Pubblicato il settembre 19, 2011 | da Sergio

0

Eventi Castelfidardo: Festival Internazionale della Fisarmonica

E’ ormai la 36esima edizione del Festival Internazionale della Fisarmonica che si tiene a Castelfidardo in provincia di Ancona dal 20 al 25 settembre. Gran Galà di apertura al Teatro Astra e poi spettacoli live diurni e serali, un Baby Music Club per i più piccoli con giochi di educazione musicale, mostre e aree espositive e l’immancabile Festival Store con il merchandising esclusivo del Festival.

Quest’anno, oltre il tradizionale Teatro Astra, molte altre location saranno coinvolte nel Festival, fra cui il Salone degli Stemmi con concerti di musica classica e lirica e l’Auditorium dove si svolgono le audizioni dei concorrenti del Premio Città di Castelfidardo.

Non è solo un Festival di musica, ma anche di eventi e appuntamenti, animazioni, spettacoli itineranti, punti ristoro convenzionati, seminari, baby music club e tanto altro.

Ma su tutto domina la musica della fisarmonica e delle ensemble che si esibiranno con artisti di valore internazionale. Il concorso per solisti e complessi è stato diviso in tre sezioni: musica classica, leggera e Astor Piazzolla, e quattordici sub categorie con la novità della rassegna juniores per i nati dopo il 1993.

Dopo un’anteprima il 17 settembre il Festival della Fisarmonica di Castelfidardo entra nel vivo martedì 20 con il galà di apertura con Andrea Tini e l’ethnic project di Danilo Di Paolonicola. Mercoledì 21, serata jazz con il norvegese Stian Carstensen alla fisarmonica e Gabriele Mirabassi al clarinetto.

Giovedì 22 esibizione e premiazione del Premio e Concorso internazionale musica d’insieme con fisarmonica e il nuevo tango di Astor Piazzolla, mentre venerdì 23 omaggio alle grandi voci della musica italiana (Mina, Modugno, Battisti, Paoli, ecc) nell’interpretazione di Vince Abbracciante.

Sabato 24 debutto sul palco dell’Astra di Bandadriatica, espressione di un nuovo concetto di ‘banda’ con cinque ottoni, percussioni, voce femminile, violoncello albanese e organetto del salentino di Claudio Prima, in un mix di melodie e ritmi delle due sponde adriatiche.

Foto di Gianni Dominici

Tags: , ,


A proposito dell'autore di questo post

Giornalista professionista, appassionato di animali e viaggi, cibo e informatica. Sognatore di professione, cerco di rendere migliore questo mondo raccontando e raccogliendo le piccole esperienze quotidiane che messe insieme fanno una vita. I miei figli dicono che è più facile saltarmi che girarmi intorno. Ma quella è solo apparenza. La sostanza è una costante attenzione per le cose belle e buone che questo mondo ci mette tutti i giorni nel piatto.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su ↑