Festività

Pubblicato il luglio 17, 2012 | da Sergio

0

Vacanze in Liguria all’insegna delle feste medioevali

Da Ventimiglia a Sarzana, fino ad ottobre, i turisti ospiti degli hotel della Riviera Ligure a bordo di un’immaginaria macchina del tempo potranno rivivere gli antichi fasti di principi e principesse, cavalieri e giullari, mastri artigiani e cuochi di corte, che saranno presenti nelle numerose feste medioevali organizzate in tutta la Regione.

Perché la Liguria non è solo mare e paesaggi naturali, splendidi borghi e ambienti naturali unici, spiagge ed enogastronomia. La Liguria è anche storia antica e cultura che adeguatamente proposti diventano ottimi strumenti di affermazione turistica di tutto il territorio.

E così, in quest’estate 2012 eventi e spettacoli di carattere Medioevale e Rinascimentale si susseguono in tante cittadine e paesi della Riviera di Ponente e della Riviera di Levante. Segnaliamo solo le più importanti, ma in tanti paesi dell’Appennino ligure si svolgono rievocazioni storiche molto popolari.

Si comincia il 27-29 luglio a Santo Stefano Magra, poco sopra La Spezia, con lAntico mercato sulla via Francigena. Per tre giorni i vicoli e le strade del paese si riempiono di centinaia di figuranti che interpretano personaggi d’epoca Medioevale, giocolieri, cavalieri, artigiani, dame e damigelle. Momento topico della festa è la rievocazione della consegna delle chiavi della Fortezza di Sarzana a Carlo VIII Imperatore di Francia da parte di Pietro de’ Medici nel 1494.

Al limite estremo della Riviera di Ponente, a Ventimiglia, si inizia il 29 luglio a ricordare il tempo in cui i giovani locali a metà di agosto si cimentavano in gare e sfide, sia sull’acqua che a cavallo, impegnati nell’antico rito dell’entrata nell’età adulta. Primi appuntamenti il 29 luglio con la Notte delle Bandiere e il giorno dopo con il raduno della Permissione, bellissima sfida tra sbandieratori.

Il 2 e 3 agosto la zona del centro storico di Ventimiglia diventa teatro di diverse iniziative, con teatranti e stand gastronomici, palchi musicali, appuntamenti con danze popolari e l’apertura straordinaria alla sera di chiese e del museo archeologico. Domenica 5 agosto sul lungomare Cavallotti parte la regata dei Sestieri della città sui mitici gozzi liguri, mentre lunedì 6 si svolgeranno gare di tiro con la balestra. L’8 agosto i Giardini Monsignor Tommaso Reggi, il lungomare Varaldo e la passeggiata Oberdan saranno invasi dai figuranti del corteo storico con tanto di carri medioevali, animazioni, degustazioni e assegnazione del Palio al Sestiere vincitore delle disfide.

Tornando nello spezzino, a Castelnuovo Magra, il 13 agosto si tiene la rievocazione della Pace di Dante del 1306 che mise fine alle diatribe guerresche tra il Vescovo di Luni e i Marchesi Malaspina. La Pace è detta di Dante, perché il Sommo Poeta ebbe un ruolo nelle trattative: tutto il paese è coinvolto nella festa con spettacoli teatrali, sfilate in costume e stand gastronomici.

Il 13 e il 14 agosto i paesi di Lavagna e di Cogorno sono uniti nel ricordo del sontuoso matrimonio svoltosi nel 1230 tra il conte Opizzo Fiesco e la nobildonna Bianca de’ Bianchi. Il 13 a Cogorno si ricorda l’addio al celibato del conte con una gigantesca torta realizzata dai pasticceri locali che viene offerta gratuitamente a tutti i partecipanti alla festa.

A Finale Ligure, nella località di Finalborgo, tra il 23 e il 26 agosto, centinaia di cavalieri, giullari, mangiafuoco, saltimbanchi e musicisti provenienti da tutta Europa si ritroveranno per ricordare le vittoria del Marchese Giovanni del Carretto sulla Repubblica di Genova che aveva invaso il borgo. Nei quattro giorni della rievocazione i commercianti addobbano le loro vetrine in stile Medioevale, mentre nella Piazza del Tribunale si concentreranno le principali iniziative, con stand gastronomici, palco per la musica, spazi per artisti di strada.

A Ortonovo in provincia di La Spezia, il 7 e l’8 settembre è grande festa per la Nostra Signora del Mirteto, evento che risale al XV secolo. Mentre un mese più tardi, il 6 e 7 ottobre, si torna a Sarzana, nel Castello, per ricordare i pellegrini che si dirigevano in Terra Santa. Un’ultima occasione per una festa medioevale con tornei, cortei in costume e grandi banchetti.

Foto di Renzo Ferrante

Tags: ,


A proposito dell'autore di questo post

Giornalista professionista, appassionato di animali e viaggi, cibo e informatica. Sognatore di professione, cerco di rendere migliore questo mondo raccontando e raccogliendo le piccole esperienze quotidiane che messe insieme fanno una vita. I miei figli dicono che è più facile saltarmi che girarmi intorno. Ma quella è solo apparenza. La sostanza è una costante attenzione per le cose belle e buone che questo mondo ci mette tutti i giorni nel piatto.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su ↑