News

Pubblicato il Dicembre 17, 2020 | da Andrea Guerriero

0

Coronavirus e viaggi USA: la situazione oggi

Si sa che gli Stati Uniti sono tra le destinazioni preferite tra i viaggiatori italiani. Anche grazie alle condizioni di visto agevolate (trova qui più informazioni sulla possibilità di viaggiare negli USA senza visto), gli italiani possono viaggiare in America facilmente. Anche in quanto a italiani permanentemente all’estero, gli USA sono tra i primi della lista.

Ma che cosa succederà quest’anno con il coronavirus? È possibile viaggiare durante la pandemia dall’Italia agli USA? 

Che tu voglia vivere il classico natale a New York o raggiungere un membro della famiglia in America per le feste, devi considerare che ci sono restrizioni di viaggio notevoli per chi si sposta di questi tempi. 

In questo articolo scoprirai tutto quello che devi sapere sulla situazione viaggi durante il coronavirus per gli USA. Continua a leggere ed evita brutte sorprese all’aeroporto.

Gli italiani possono viaggiare negli Stati Uniti durante il coronavirus?

Se hai vissuto su questo pianeta durante il 2020 già lo sai: il COVID-19 ha avuto un enorme effetto sulla vita quotidiana. Fin da marzo, quando l’epidemia è stata ufficialmente dichiarata pandemia dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, molti Paesi hanno iniziato ad applicare nuove regole e restrizioni che hanno limitato gli spostamenti e le attività.

Tra questi l’Italia e gli Stati Uniti, entrambe nazioni duramente colpite dal virus e che hanno preso misure contro il contagio molto presto. 

Per questo, in questo momento gli italiani non possono viaggiare negli Stati Uniti e vice versa. O meglio: se sei stato in Italia (e in una lunga lista di altri Paesi) nei 14 giorni precedenti al tuo arrivo negli USA, non potrai entrare. Ci sono però delle eccezioni alla regola, che vedremo più avanti.

Paesi a cui si applicano le restrizioni di viaggi USA

Vediamo nel dettaglio quali sono gli Stati i cui viaggiatori non possono recarsi negli USA al momento: Austria, Belgio, Brasile, Repubblica Popolare Cinese, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Gran Bretagna (eccetto i territori inglesi fuori dall’Europa) , Grecia, Islanda, Iran, Irlanda, Italia, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Malta, Norvegia, Olanda, Polonia, Portogallo, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera, Ungheria.

Se sei stato in uno o più dei Paesi sopra elencati negli ultimi 14 giorni, non solo non potrai recarti negli Stati Uniti per le tue vacanze, ma non potrai nemmeno transitare negli aeroporti USA.

Eccezioni alle restrizione di viaggio: chi può andare negli USA

Come per tutte le regole, ci sono delle eccezioni, il che significa che ci sono persone che possono viaggiare dall’Italia agli Stati Uniti ora. Ricorda però che questi sono casi speciali: tendenzialmente, se sei un cittadino italiano residente in Italia che vuole andare in America per le vacanze di Natale, o se hai deciso di trasferirti ora negli USA, è quasi sicuro che ti sarà negato l’accesso e che sarà meglio rimandare all’anno prossimo.

Ecco quindi le eccezioni:

  • Cittadini e residenti USA temporaneamente in Italia
  • Coniugi di cittadini e residenti USA. Bisogna avere un certificato di matrimonio come prova
  • Genitori o tutori legali di minori americani. Si considera un minore chi ha meno di 21 anni
  • Fratelli e sorelle di minori americani (anche il fratello/la sorella deve essere minore di 21 anni)
  • Figli biologici o adottivi di cittadini e residenti USA
  • Coloro che viaggiano perchè invitati dal governo americano e per aiutare nella lotta contro il virus
  • Viaggiatori con un documento emesso dal dipartimento di sicurezza nazionale americano che conferma che sono esenti dalle limitazioni di viaggio
  • Professionisti specifici come membri di equipaggi navali o aerei
  • Studenti in possesso di un visto F-1 o M-1

Regole ulteriori per viaggiare negli Stati Uniti ora

Se fai parte delle eccezioni elencate sopra, devi comunque rispettare delle regole speciali anti-COVID per i passeggeri in arrivo negli USA. 

Se sei diretto in Massachusetts, per esempio, dovrai compilare il formulario specifico per il Massachussets (“Massachussets Travel Form”.) Chi invece va nello stato di New York dovrà riempire il “Traveler Health Form”, il formulario sulla salute del viaggiatore.

In ogni caso, all’arrivo i passeggeri sono sottoposti a misure anti-COVID speciali, che vengono stabilite dai singoli stati. Per esempio, ti potrebbero misurare la temperatura, o potresti dover fare il test del coronavirus per assicurarti di essere negativo e non rappresentare un rischio per la salute degli altri. 

È quindi fondamentale informarsi sulle norme locali in anticipo. Mentre sei in America, segui sia le regole nazionali e statali che il buon senso, per esempio:

  • Lavati spesso le mani 
  • Mantieni il distanziamento sociale ed evita di toccare gli altri
  • Indossa una mascherina quando sei in pubblico, sia all’aperto che al chiuso
  • Se sviluppi sintomi, contatta un medico e rimani a casa


A proposito dell'autore di questo post

Ciao, sono Andrea, blogger di viaggio, programmatore web, apprendista seo e fotografo amatoriale di Milano. Amo leggere, amo la musica, amo viaggiare, soprattutto quando sono in missione e il conto lo paga l'azienda! Amo la fotografia, soprattutto come strumento per raccontare esperienze, luoghi, eventi e persone. La mia macchina fotografica (una Nikon D300) è sempre con me, e questo mi aiuta a condividere la mia vita con il resto del mondo. Entrare in contatto con nuove persone, stili di vita e tradizioni straniere, e scriverne una volta tornato a casa è tutto quello che posso chiedere.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su ↑