News

Pubblicato il settembre 12, 2013 | da Giulia

0

In Brasile nuovo record di turisti

Il Brasile sta vivendo in questi anni un certo boom economico e la prossima organizzazione dei Mondiali del 2014 e delle Olimpiadi del 2016, potranno davvero dare un’ulteriore spinta alla visibilità della nazione. La richiesta di voli per il Brasile ha visto un’impennata in quest’ultimo periodo e in tutta la nazione si stanno realizzando aeroporti per far si che tutti i centri abitati con almeno 100.000 abitanti, possano spostarsi da un capo all’altro. Dall’Europa e non solo, sono presenti ormai un gran numero di collegamenti sia diretti che indiretti, come quelli garantiti dai voli della tedesca Lufthansa.

Uno dei settori che sta beneficiando di questa crescita economica è quello del turismo, visto che l’ultimo anno ha regalato alla nazione, nuovi record in termini di visitatori e d’incassi. I turisti internazionali che hanno visitato il Brasile nel primo semestre del 2013 hanno infatti speso circa 3,5 miliardi di dollari, pari a 7 miliardi di reais, con un aumento rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso del 9,6%. I dati sono stati rilevati dalla Banca Centrale del Brasile, che ha anche evidenziato come in tutto il 2012 la spesa totale dei turisti in Brasile sia stata di circa 6,6 miliardi di dollari (pari a 12,9 miliardi di reais).

L’ultima Confederation Cup, svoltasi a giugno, ha contribuito in maniera importante a ottenere il risultato del 2013 e oltre all’evidente introito, il paese ne ha beneficiato moltissimo in termini di visibilità, come dichiarato dal presidente di Embratur, Flávio Dino, che ha anche sottolineato i risultati positivi ottenuti nel mese di luglio grazie alla Giornata Mondiale della Gioventù di Rio de Janeiro.

In questo caso si è trattato però di un evento destinato ad un pubblico con una capacità di spesa inferiore, ma che ha portato comunque un movimento di 1,2 miliardi di reais, comprendenti sia la spesa dei turisti che gli effetti indiretti.

Fino al 2016 le cose si prospettano ottime, ma resta da vedere se i salari medi in Brasile cresceranno al punto da sviluppare un’ottima economia interna ed evitare così che dopo le Olimpiadi, la nazione si ritrovi con un gran numero di case che nessuno si può permettere, di hotel sempre vuoti e chissà cos’altro.

Tags:


A proposito dell'autore di questo post

Quando scrivo viaggio, quando sogno viaggio, quando vivo vorrei sempre viaggiare. Purtroppo non riesco a scappare quanto vorrei, ma per fortuna il mio lavoro mi porta in giro per il mondo, a contatto con la gente. Quando torno mi chiudo dentro la mia stanza e ritorno da dove sono arrivata con la penna o la tastiera. Amo leggere i post di viaggio che si trovano nella rete. Ogni volta che raccontate di un vostro viaggio ... io vorrei essere stata lì con voi.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su ↑