Divertimento

Pubblicato il aprile 12, 2011 | da Sergio

0

L’aperitivo a Ibiza: praticamente un lavoro!

Se per caso andate a Ibiza senza figli (piccoli) e nonni al seguito allora sarete obbligati a partecipare all’evento collettivo più interessante dell’isola. E’ un appuntamento fisso quotidiano, peggio che andare in ufficio e timbrare il cartellino: è l’aperitivo o più comunemente detto happy hour.

A las cinco de la tarde”, ma anche un’oretta dopo, per fortuna non è tempo di morte come recitava il grande García Lorca, ma piuttosto di libertà e vita. Perché a Ibiza, intorno alle sei di sera, si rinnova per 365 giorni all’anno il rito propiziatorio dell’aperitivo sulla spiaggia. Happy hour on the beach.

La scelta è ampia e diversificata. Ma comunque alcoolica, con contorno di tapas e musica. La tappa più classica è al Café del Mar a Sant Antonio, inaugurato nel 1980, e diventato subito punto di riferimento di bohémien che visitavano l’isola. E’ all’inizio degli anni ’90 che il locale diventa di massa e inizia ad attirare turisti e giovani anche per la musica chillout, che caratterizza il tardo pomeriggio e le serate.

Un altro locale cult è il Bora Bora, sulla Playa d’en Bossa, dove l’aperitivo dura dalle 18 a notte fonda, in un turbinio di bevande e musica. Per chi vuole invece un panorama diverso ci sono i locali di San Jordi e San Josep, mentre a Cap des Falco, sulla strada che porta a Salinas, ci sonoa disposizione divani dove sorseggiare i cocktali mentre si assiste allo spettacolo del tramonto.

Nel corso della vacanza a Ibiza tappe obbligate sono anche il Sunset a Cala Conta, il Blue Marlin a Cala Jondal o l’Ibz lounge sul lungomare accanto alla passeggiata. Il Bar Can Pou è invece un locale nel centro di Ibiza con un aspetto un po’ bohemien e un pò cool.

Ma su tutte le spiagge di Ibiza si trovano locali dove trascorrere le ultime ore del giorno e la noche. Tra le più frequentate, Cala Salada, Cala Bassa, Cala d’Hort, Playa de Ses Salines, Figueretes e la già citata Playa d’en Bossa.

Foto di gune01

Tags: , ,


A proposito dell'autore di questo post

Giornalista professionista, appassionato di animali e viaggi, cibo e informatica. Sognatore di professione, cerco di rendere migliore questo mondo raccontando e raccogliendo le piccole esperienze quotidiane che messe insieme fanno una vita. I miei figli dicono che è più facile saltarmi che girarmi intorno. Ma quella è solo apparenza. La sostanza è una costante attenzione per le cose belle e buone che questo mondo ci mette tutti i giorni nel piatto.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su ↑