Pubblicato il aprile 17, 2014 | da Armando Costantino

Westfalia Digital Nomads: video-cartolina da Costanza

E dopo la video cartolina da Veliko Tărnovo, oggi Armando e Mel di Westfalia Digital Nomads ci portano alla scoperta di una nuova tappa del loro viaggio in Europa! Siamo sempre in Romania, ma a Costanza, graziosa cittadina affacciata sul Mar Nero e famosa in tutto il mondo per le celebri terme e le ampie spiagge che ogni anno richiamano numerosi turisti!

Itinerario Viaggio Romania - Costanza

Saranno le parole di Armando e Mel a guidarci in questa nuova avventura, per prima cosa scopriamo i retroscena della loro visita al Casinò di Costanza! Ecco che cosa ci ha raccontato Armando:

Ancor prima di raggiungere la Romania, con una semplice ricerca su Google, abbiamo notato la particolarità del Casinò di Costanza, sul Mar Nero. Una volta arrivati in città, ci siamo subito mossi per avere i permessi necessari per effettuare le riprese all’interno dell’edificio, dato che da diversi anni non è più agibile.

Passando prima dal municipio, ci hanno poi rediretto all’ufficio che si occupa delle proprietà immobiliari del comune e nel giro di poche ore abbiamo ricevuto il via libera per visitare il Casinò. L’indomani, alle 9 di mattina ci siamo presentati sul lungomare di Costanza e ci hanno fatto entrare.

Un’emozione sicuramente non trasferibile solo dalle immagini. Una macchina del tempo che ci ha portato indietro di cent’anni. I luoghi si sono riempiti di persone in costume, odore di sigaro e luci delle payettes. Un fox trot riecheggiava negli ampi saloni del Casinò, le luci della ribalta accese per il prossimo spettacolo in programma.

Il Casinò è sicuramente un esempio unico di architettura Art Nouveau. I dettagli e la cura nelle incisioni nel legno, il ferro battuto dei corrimani ed i bellissimi dipinti alle pareti, rendono l’ambiente interno magnifico. Un edificio purtroppo lasciato al suo destino, che però non ha mancato di regalarci forti emozioni durante la visita!

Questa video-cartolina è diversa dalla precedente: Mel nel video ci accompagna nella visita del Casinò di Costanza descrivendoci le sue sensazioni e raccontandoci in inglese la storia di questo edificio, per questo motivo abbiamo deciso di trascrivervi le sue parole in modo che possiate comprendere a pieno il suo racconto.

Dal primo momento che abbiamo visto le foto del Casinò di Costanza, sapevamo che lo avremmo visitato. Un’imponente e antica struttura che sembra sfidare le coste del Mar Nero, un esempio senza tempo della storia rumena.

Il Casinò di Costanza ha più di 100 anni ed è l’unico ad essere stato costruito secondo i dettami dello stile Art Nouveau rumeno. Ma questo non è l’unico motivo della sua unicità. La ciliegina sulla torta sono i suoi dettagli, i motivi marinari e la sala del gioco d’azzardo, tutto rievoca un’epoca di una bellezza ed opulenza straordinaria.

Quando siamo entrati, il foyer e le scale che conducono al piano di sopra, con le vetrate colorate che riflettevano la luce, di primo acchito ci hanno profondamente colpiti. Le antiche luci delle balaustre, gli splendidi lampadari e le pareti dipinte ci hanno riportato indietro nel tempo, ai primi anni Venti.

Sì, è in rovina. Ma lo abbiamo notato a malapena. Non stavamo vivendo nel presente, non stavamo visitando un palazzo in rovina in attesa di ristrutturazione, è come se ci avessero portato indietro nel tempo, al secolo scorso, ma in abito da sera e smoking a rivivere le splendide atmosfere di quell’epoca.

Il ristorante dalle tinte rosa con la splendida terrazza affacciata sul mare regala splendide viste panoramiche al tramonto. La sala del gioco d’azzardo con uno palco riservato al cabaret è bella da togliere il fiato. Il riecheggiare di un Fox trot ci ha accompagnato di stanza in stanza.

La bellezza originaria e storica del Casinò di Costanza, la sua attenzione per i dettagli chiedono non solo di essere ricordate, ma di poter tornare al loro splendore originario

Per il momento, la maestosa signora della spiaggia pazientemente attende, guardando i turisti che passeggiano sul lungomare bagnandosi al tramonto. E noi siamo molto contenti di aver fatto la sua conoscenza.

Alla prossima settimana con una nuova video-cartolina! Stay tuned! 🙂


A proposito dell'autore di questo post

è nato a Milano e ha studiato all'Accademia delle Belle Arti Cinema e Teatro per poi trasferirsi a Bruxelles e proseguire gli studi alla Sint Lukas School. Tornato a Milano trova lavoro come assistente del direttore. Dopo alcuni anni inizia a produrre e dirigere corti cinematografici che lo portano a vincere numerosi premi. Nel 2001 si trasferisce in Bulgaria e fonda la H20 Film che si occupa di progetti cinematografici e teatrali ed inizia a produrre show televisivi. Armando è regista di numerosi show televisivi e continua a sviluppare progetti per film e corti. Ultimamente ha però deciso di porsi un nuovo obiettivo, diventare un nomade digitale e girare per l'Europa a bordo di Mork in compagnia della moglie Mel.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su ↑