Idee di viaggio

Pubblicato il aprile 18, 2014 | da Maurizio Beolchini

0

Round The World Ticket, il biglietto per fare il giro del mondo

Anni fa quando ero giovane e quasi ricco un vicino parente mi chiese cosa avrei fatto se lui mi avesse dato cento milioni di lire. So di avere deluso profondamente le sue aspettative capitalistiche rispondendo che per prima cosa avrei fatto” Il giro del Mondo”.

Ovviamente non ebbi il denaro, almeno in quella circostanza, ed ancora oggi aspetto l’occasione buona per partire e devo ammettere di avere più volte creduto che questa fantasia di fare il Giro del Mondo appartenesse più alla mitologia che alla storia, più alla letteratura che alle biglietterie aeree.

Ma oggi qualcosa sta cambiando, o forse questa possibilità c’è sempre stata ma nessuno ne era a conoscenza, si tratta della formula magica che né Merlino né Harry Potter hanno mai utilizzato… si chiama RTW Round The World Ticket, proviamo a capire come funziona.

Il Round The World Ticket è un biglietto aereo che all’interno di una tariffa che varia da compagnia a compagnia, permette di fare effettivamente il giro del Mondo a costi decisamente low cost.

I tre parametri principali sono il tempo massimo da impiegare per il viaggio Round The World, il numero di tappe intermedie che si intendono fare e la distanza chilometrica massima da percorrere. Generalmente si tratta di biglietti della validità di un anno da utilizzare per un massimo di 16 voli possibili su una distanza che viene determinata in base alle necessità, di solito compresa tra le 25.000 e le 40.000 miglia. Dopo questi tre parametri principali di durata temporale, numero di soste e massima percorrenza chilometrica, in genere questo modello di tariffa pone la condizione di attraversare sia l’oceano Pacifico che l’ Atlantico una volta sola. Si tratta quindi di una tariffa one direction ocean che prevede di viaggiare sì Round the World, ma sempre con coerenza nella medesima direzione verso oriente o verso occidente almeno relativamente all’attraversamento oceanico. Perché è invece assolutamente permesso spostarsi liberamente all’interno di un continente seguendo un proprio itinerario Nord-Sud-Ovest-Est come suggeriva il buon Maestro di viaggio Pezzali.

Un altro vincolo importante da considerare è che il viaggio deve terminare nel Paese di partenza seguendo un percorso quindi sempre circolare, ed anche questa condizione tutto sommato rispetta la logica low cost che intende evitare venga utilizzata questa tariffa per trasferimenti o business piuttosto che per vero, autentico e sincero scopo turistico.

Questa tariffa comunque per quanto low cost sarà sempre più costosa di un volo diretto per l’altra parte del Mondo e ritorno, ad esempio in Nuova Zelanda, questo perché un RTW ticket non si muove sul meridiano terrestre tracciando una rotta sul diametro della sfera, ma segue un progetto di viaggio complesso. In questo senso è davvero una tariffa fuori dal comune perché permette soste di giorni, di settimane o di mesi per muoversi all’interno di Paesi e città scoprendone la vera natura, o per fermarsi tutta una stagione in riva all’oceano in un’isola sperduta e ripartirne quando non se ne stanchi. Questa tariffa prevede cambi di rotta e di voli di solito gratuiti per rispettare i possibili imprevisti che possono comunque capitare in un arco di tempo così lungo attraversando Paesi lontani e diversi.

In questo senso un viaggio RTW è sempre un’esperienza unica perché è appunto costruito strettamente su desideri e sogni del cliente e non a tavolino dal tour opeator e resta comunque nel suo segmento la tariffa più economica che si possa trovare.

Uno dei limiti da prendere in considerazione è che ogni compagnia aerea copre solo una parte del vasto Mondo, anche se attraverso alleanze internazionali quasi tutte operano in più continenti nessuna opera direttamente in tutti i continenti.

I principali Gruppi aerei si chiamano: Skyteam, Oneworld, European Airlines, Star Alliance, eccetera. Ognuno di loro ha sempre più convenienza a comprendere nel biglietto RTW voli che siano coperti dalle proprie Compagnie perché altrimenti il costo finale è inevitabilmente destinato a crescere anche sensibilmente. In una normale tariffa continentale o intercontinentale questo non avrebbe importanza, ma dovendo coprire con un unico biglietto più continenti è inevitabile che un Gruppo sia più qualificato per volare in un’area piuttosto che un’altra e questo è un aspetto da considerare con attenzione.

A seconda che il RTW si sviluppi maggiormente in America del Sud o nel Nord America piuttosto che in Asia, in Africa, in Europa o Medio Oriente sarà più conveniente stringere l’accordo con questo o quel vettore. Evidentemente occorre considerare con attenzione diversi aspetti dedicandoci più tempo di quanto sia generalmente necessario per acquistare un biglietto aereo online, ma stiamo parlando del Giro del Mondo non del prossimo week-end.

Non è possibile indicare riferimenti economici in termini di costo perché avendo il Mondo intero a disposizione le variabili sono davvero una volta tanto infinite, però per chi fosse interessato e volesse provarci davvero o anche solo sognare questi sono i siti di prenotazione online dei biglietti Round The World di Onworld e di SkyTeam.

Buon viaggio e non dimenticatevi di mandarci qualche cartolina digitale!

Tags:


A proposito dell'autore di questo post

Un'amica giornalista mi chiamò nell'87 architetto pentito perché dopo l'esame di stato passato con 40 avevo scelto di aprire un Pub. Poi nel 2000 in piena bolla Internet ho finalmente scoperto che la birra irlandese era migliore di quella di Porta Romana e dopo avere venduto tutto su Ebay come Matteo Caccia sono partito per Dublino. Dopo quindici anni di andarivieni mi è pure passata la paura del volo e sento fratello questo leggendario popolo irlandese a metà tra il pragmatismo inglese ed il possibilismo napoletano!



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su ↑