Arte

Pubblicato il luglio 31, 2012 | da Sergio

0

Meeting Rimini: incontri, arte e musica in Riviera

La natura dell’uomo è rapporto con l’infinito è la frase tratta dal volume Il senso religioso di Don Giussani che fa da filo conduttore alla XXXIII edizione del Meeting Rimini che si svolgerà a Rimini tra il 19 e il 25 agosto. Secondo gli organizzatori del Meeting, il titolo evidenzia l’esigenza di ‘Infinito’ da parte dell’uomo che riceverebbe solo risposte parziali per tutte le sue maggiori esigenze, di verità, giustizia, amore e felicità.

Il Meeting Rimini che si svolgerà negli spazi di Rimini Fiera prevede un fitto programma di mostre e spettacoli.

La mostra principale sarà inaugurata il 19 agosto presso i Musei comunali di Rimini e vedrà esposte opere del Quattrocento italiano, da Bellini a Marco Zoppo, da Francesco Francia a Matteo de’ Pasti. Nei padiglioni della Fiera saranno allestite altre mostre dedicate a diversi temi, tra cui i giovani, la genetica (Jérôme Lejeune), l’opera di Dostoevskij, la musica rock, l’America Latina, la Fabbrica del Duomo di Milano.

Sul fronte degli spettacoli il cartellone proposto nel corso del Meeting Rimini vede la presenza della compagnia libanese Caracalla Dance Theatre che inaugurerà il calendario degli eventi con The Villager’s Opera, storia in musica e danza di un amore contrastato. Nei giorni seguenti saranno diversi gli appuntamenti musicali: lunedì 20 agosto un omaggio al compositore e chitarista Andrés Segovia, martedì 21 e mercoledì 22 performance della compagnia di flamenco di Luis Ortega, giovedì 23 il jazz con Paolo Jannacci.

Ma come al solito il cuore pulsante del Meeting Rimini è l’importante programma di convegni, incontri e dibattiti.

Nel giorno dell’inaugurazione sarà presente il Presidente del Consiglio dei Ministri Mario Monti impegnato in un dibattito sul mondo giovanile con la presidente del Meeting Emilia Guarnieri e il presidente della Fondazione per la Sussidiarietà Giorgio Vittadini. Di antropologia religiosa parleranno il Cardinale Julien Ries e il Monaco buddhista Shodo Habukawa; di libertà e politica la Presidente della Pontificia Accademia delle Scienze Sociali Mary Ann Glendon e il professore egiziano Wael Farouq; di politica internazionale il Presidente dell’assemblea generale dell’ONU Nassir Abdulaziz Al-Nasser, il Cardinale Jean Louis Tauran e il Ministro degli Esteri Italiano Giulio Terzi di Sant’Agata.

L’elenco dei personaggi che partecipano a questa XXXIII edizione del Meeting per l’Amicizia fra i popoli è lunghissimo e di altissimo prestigio: da Martin Schulz presidente del Parlamento Europeo a Corrado Passera Ministro dello Sviluppo Economico, da Giorgio Squinzi presidente di Confindustria a Paola Severino Ministro della Giustizia e Elsa Maria Fornero Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, passando per l’AD di Eni Scaroni, Castellucci AD di Autostrade per l’Italia, Tajani vice presidente della Commissione Europea, Mastrapasqua presidente di Inps. Nell’elenco manca ancora Roberto Formigoni, ma sicuramente si troverà anche per lui uno spazio di rappresentanza.

Come ogni anno Rimini diventa il centro di un intenso dibattito culturale e politico che riempirà le pagine dei giornali. Per la città si tratta di un importante appuntamento che porta lustro e indotto economico: gli hotel di Rimini sono prenotati con largo anticipo soprattutto dai 4000 mila volontari che contribuiranno a rendere il Meeting di Rimini un’efficiente macchina organizzativa.

Tags:


A proposito dell'autore di questo post

Giornalista professionista, appassionato di animali e viaggi, cibo e informatica. Sognatore di professione, cerco di rendere migliore questo mondo raccontando e raccogliendo le piccole esperienze quotidiane che messe insieme fanno una vita. I miei figli dicono che è più facile saltarmi che girarmi intorno. Ma quella è solo apparenza. La sostanza è una costante attenzione per le cose belle e buone che questo mondo ci mette tutti i giorni nel piatto.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su ↑