News

Pubblicato il febbraio 10, 2012 | da Sergio

0

La vacanza in montagna è donna al 50%, secondo Eurisko

Il turismo di montagna in Italia ha forti connotati femminili, anche se c’è ancora chi crede che sia una prerogativa tipicamente maschile. Lo rilevano GfK Eurisko e Isnart, istituto di ricerca sul turismo di Unioncamere, in due ricerche separate, ma che arrivano alle medesime conclusioni, presentate nel corso di una conferenza stampa organizzata dal portale Montagnamadeinitaly.


Le ricerche rilevano che chi preferisce la montagna fa parte di segmenti più ‘evoluti’ di popolazione, una élite innovativa ed esplorativa, con alti livelli di realizzazione e di consapevolezza di sé e del contesto sociale. La componente femminile, ben rappresentata in questa fascia di utenti, rende ‘più morbido’ l’approccio alla montagna, non solo sportivo e tecnico.

Oggi la vacanza in montagna è fatta per un insieme eterogeneo di ragioni: evasione, contenuti (cultura e tradizioni locali), piacere del contatto con la natura, relax e attività fisica. L’indagine rileva come la componente femminile è quasi la metà (47%) di chi sceglie la montagna per le vacanze: inoltre in generale il fruitore della montagna è in una fascia d’età compresa tra i 35 e i 54 anni (39% del campione, mentre tra i 14 e i 34 anni sono il 28%).

Le turiste che scelgono la montagna lo fanno per la natura (81%), spesso visitano parchi e siti naturalistici. Fra le attività di svago preferite ci sono sagre e manifestazioni tradizionali, fiere enogastronomiche e passeggiate/escursioni.

Chi sceglie la montagna trascorre più periodi di vacanza nell’anno: è un target con un alto livello di autonomia e che ama organizzare vacanze personalizzate e ‘su misura’, con contatti diretti con i gestori di alloggi e rifugi, richiedendo spesso informazioni online.

La montagna rappresenta un quinto del mercato italiano dell’ospitalità (20% delle strutture ricettive) e il 13% dei posti letto disponibili. La montagna italiana è il terzo prodotto turistico nazionale, ma è anche sempre più meta di turisti stranieri: nell’ultimo decennio gli arrivi turistici sono cresciuti del +29% (presenze +13,9%), ma dall’estero la crescita degli arrivi è stata del +34,6% (presenze +26,1%).

Foto di bortescristian


A proposito dell'autore di questo post

Giornalista professionista, appassionato di animali e viaggi, cibo e informatica. Sognatore di professione, cerco di rendere migliore questo mondo raccontando e raccogliendo le piccole esperienze quotidiane che messe insieme fanno una vita. I miei figli dicono che è più facile saltarmi che girarmi intorno. Ma quella è solo apparenza. La sostanza è una costante attenzione per le cose belle e buone che questo mondo ci mette tutti i giorni nel piatto.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su ↑