Spagna

Pubblicato il marzo 8, 2011 | da Giulia

0

Granada: cosa, dove e quando?

Granada è un gioiello incastonato tra le montagne della sierra Nevada e il mare che non dista più di una cinquantina di chilometri.

La città, 240 mila abitanti, raccoglie in pochi chilometri quadrati alcune dei monumenti più famosi della Spagna, primo tra tutti l’Alhambra, il palazzo dei sultani, che si estende in un territorio compreso nella confluenza di due fiumi, il Darro e il Genil.

Granada ha visto per lunghi secoli la dominazione araba ed è in quel periodo che si è conquistata la fama di città del commercio: da qui passavano pietre preziose, pellami, seta e altre merci pregiate provenienti dall’Estremo Oriente e dalla Cina. Per fortuna con il ritorno dei cristiani nel 1500 l’Alhambra, il simbolo della dominazione araba, non venne raso al suolo: oggi è patrimonio dell’Umanità sotto l’egida dell’Unesco. A Granada è nato il poeta Federico Garcia Lorca.

Cosa vedere a Granada

La Alcazaba, la fortezza musulmana dell’Alhambra, è una città nella città nella zona sud-est di Granada. L’Alhambra risale all’XI-XII secolo ed è visibile da lontano per via delle due torri dalle quali si ammira uno dei panorami più belli della città. Vicino all’Alhambra c’è il Generalife, palazzo estivo dei sultani della città, immerso in splendidi giardini. Sul lato opposto del fiume Darro c’è l’El Albayzín, il quartiere musulmano, un intrico di stradine e vicoli di piccole dimensioni con casette bianche e con le ‘teterie’, piccoli locali sulla strada dove bere il the. Più verso il centro della città, in Plaza las Pasiegas c’è la cattedrale cittadina e poco distante la Madraza, l’università coranica ora proprietà del Municipio di Granada. Poco più a nord, vicino alla sede dell’Università cittadina, si trova la Basilica di San Giovanni di Dio, con un bellissimo portico di mogano intagliato. Vicino alla Madraze c’è anche Plaza de Isabel la Catolica, con il monumento a Cristoforo Colombo ‘fotografato’ mentre presenta i suoi progetti di viaggio alla regina. Baños árabes de Albaicín (i bagni arabi) sono i più belli di Spagna e si trovano vicino alla Plaza de Toros. Da non perdere anche l’Alcaicería, mercato della seta ai tempi della dominazione araba e oggi mercato delle pulci in stile suk orientale, e l’altro mercato coperto, il Corrál del Carbòn.

Cosa e dove mangiare a Granada

La particolare posizione geografica in cui sorge la città la rende unica anche per quanto riguarda il cibo. Forse in pochi altri posti infatti è possibile gustare con la stessa facilità ottimi cibi di montagna, dalle carni ai formaggi, e altrettanto ottimi piatti di mare, pesci, e crostacei. Ma non mancano i primi di zuppe e ricche minestre di verdure, tutto sempre molto speziato, come da antica tradizione araba: è di queste zone, ma ormai si trova in tutta la Spagna il mitico Gazpacho, zuppa fredda di verdure crude tritate o frullate. La cacciagione si accompagna alle fave fritte, mentre per accompagnare la tortilla del Sacromonte, a base di midollo, interiora di vitello e uova bastano i piatti di verdure fresche che ogni ristorante e trattoria della città serve ai tavoli. Dalla zone montuose arriva la Olla di San Antón, piatto a base di maiale, fave, riso e finocchio. Mangiare a Granada nel centro storico è semplice, ovunque ci sono ristoranti e Tapas. Le zone più gettonate sono quelle intorno a Plaza Einstein, calle Goya, calle Elvira e nel Realejo.

Hotel a Granada

Granada è una piccola città, ma comunque offre ai turisti una grande varietà di hotel e pensioni, di ogni livello e categoria. A Granada centro si trovano sia gli hotel di lusso a 4 e 5 stelle sia le pensioni più economiche. La zona degli hotel del centro storico si estende dall’Alhambra fino all’università più a nord: se ne trovano a decine. I periodi di alta stagione sono in primavera e in autunno, durante le feste, soprattutto Pasqua e a maggio quando si c’è la festa della città. La bellezza di molte strutture è che sono ospitate all’interno di palazzi d’epoca, con ancora all’interno affreschi e colori.

Foto del Generalife di Sharon_k

Tags:


A proposito dell'autore di questo post

Quando scrivo viaggio, quando sogno viaggio, quando vivo vorrei sempre viaggiare. Purtroppo non riesco a scappare quanto vorrei, ma per fortuna il mio lavoro mi porta in giro per il mondo, a contatto con la gente. Quando torno mi chiudo dentro la mia stanza e ritorno da dove sono arrivata con la penna o la tastiera. Amo leggere i post di viaggio che si trovano nella rete. Ogni volta che raccontate di un vostro viaggio ... io vorrei essere stata lì con voi.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su ↑