Europa

Pubblicato il 10 Gennaio, 2011 | da Giulia

0

Bruxelles: la capitale che seduce

La capitale del Belgio, sede dell’Unione Europea, è una delle città più cosmopolite del Vecchio Continente, ma al contempo ha saputo mantenere un fascino che la rende una città a misura d’uomo, intrigante e seducente. La ricchezza storica di monumenti, palazzi e musei convive con uno stile molto dinamico e vivo, molto attento alle tendenze della moda e a modelli di vita moderni e multiculturali, a cominciare dal cibo: ai ristoranti internazionali si affiancano infatti le moltissime brasserie, ai locali alla moda le birrerie vecchio stile dove l’atmosfera è un misto di sogno e arte.


Bruxelles ha dato i natali a personaggi come il pittore surrealista René Magritte, l’architetto Victor Horta massimo esponente ed interprete dell’Art Nouveau (lo stile Liberty), al cantautore Jacques Brel, ma anche a personaggi del fumetto come Tintin di Hergé, Lucky Luke nato dalla matita di Maurice de Bevere e dello sceneggiatore René Goscinny, fino ai Puffi di Pierre Culliford detto Peyo.

Una passeggiata nel centro storico di Bruxelles permette di capire il fascino di questa città, i suoi segreti e la sua storia. A partire dal simbolo della città il Manneken Pis, di origine quasi leggendaria, che rileva lo spirito d’indipendenza degli abitanti: un piccolo ragazzino che beffardo fa pipì sul mondo.

E naturalmente gli edifici, come l’Atomium, costruzione in acciaio, che rappresentano un cristallo di ferro ingrandito 165 miliardi di volte, la Grand Place con l’Hotel de Ville e la Maison du Roi, la cattedrale gotica di Saint Michel. Da non perdere sono anche i parchi cittadini: 1.700 ettari di foreste e 600 ettari di parchi comunali come il Jubelpark, il parco del Cinquantenario, parco urbano di 30 ettari. E nel tardo pomeriggio e alla sera non resta che dirigersi verso una delle tantissime ‘ralineria’ dove gustare una delle innumerevoli birre prodotte in Belgio.

Foto di phalenebdlv

Tags: ,


A proposito dell'autore di questo post

Quando scrivo viaggio, quando sogno viaggio, quando vivo vorrei sempre viaggiare. Purtroppo non riesco a scappare quanto vorrei, ma per fortuna il mio lavoro mi porta in giro per il mondo, a contatto con la gente. Quando torno mi chiudo dentro la mia stanza e ritorno da dove sono arrivata con la penna o la tastiera. Amo leggere i post di viaggio che si trovano nella rete. Ogni volta che raccontate di un vostro viaggio ... io vorrei essere stata lì con voi.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su ↑