Arte

Pubblicato il gennaio 18, 2012 | da Sergio

0

Berlinale 2012: un red carpet di fama mondiale

Sarà ‘Les Adieux à la Reine’, adattamento del romanzo del 2002 della scrittrice francese Chantal Thomas ad aprire la 62° edizione della Berlinale, il Festival Internazionale del Cinema di Berlino. E come al solito sarà un Red Carpet eccezionale che renderà omaggio alla grandissima Meryl Streep che riceverà l’Orso d’Oro alla Carriera.


La Berlinale 2012 è uno di quelli eventi da non perdere non solo per gli appassionati cinefili, ma per tutti coloro che vogliono essere protagonisti di un evento culturale e mondano di altissimo livello. Dal 9 al 19 febbraio quindi saranno oltre 300 mila i biglietti staccati per assistere alle proiezioni, più di 19 mila gli operatori professionali provenienti da 115 Paesi e 4 mila i giornalisti al seguito dell’evento.

Negli ultimi anni la Berlinale ha premiato opere e Paesi emergenti, con lo spirito di promuovere filmografie nuove: nel 2011 l’Orso d’Oro è andato al film ‘Una separazione’ del regista iraniano Asghar Farhadi, nel 2010 a ‘Bal’ del turco Semih Kaplanoğlu, nel 2009 a ‘Il canto di Paloma’ coproduzione spagnole-peruviana, nel 2008 a Tropa de Elite – Gli squadroni della morte del brasiliano José Padilha, nel 2007 a ‘Il matrimonio di Tuya’ del cinese Wang Quan An.

In questa 62a edizione l’Italia sarà presente con l’ultimo film dei fratelli Taviani, ‘Cesare deve morire’. Di particolare interesse i critici segnalano del regista Billy Bob Thornton ‘Jayne Masfield’s car’, sull’America degli Anni 60, ‘Just the wind’ dell’ungherese Benedek Fliegauf, ‘Was Bleibt ‘del tedesco Hans Christian Schmid, e per i film fuori concorso i registi Zhang Yimou con ‘The flowers of war’ e Stephen Daldry con un riadattamento cinematografico di Extremely loud and incredibly close di Jonathan Safran Foer.

E poi naturalmente attori famosi, come Tom Hanks, Sandra Bullock, Max von Sydow nel film di Stephen Daldry, Diane Kruger in ‘Les Adieux à la Reine’, Meryl Streep in ‘La Lady di Ferro’. Isabelle Huppert in ‘Captive’, Jason Patric, Isabella Rossellini e Udo Kier in ‘Keyhole’ … e sul red carpet sono attesi Leonardo DiCaprio, Jeremy Irons, Clint Eastwood, Jennifer Lopez.

Tra le novità-curiosità la prima volta alla regia di Angelina Jolie, con il film ‘Nella terra del sangue e del miele’, storia d’amore ai tempi della guerra nella ex-jugoslavia tra un serbo e una bosniaca.

Per la sezione ‘Retrospettive’ quest’anno è protagonista la casa di produzione Mezhrabpom-Rus, una collaborazione russo-tedesca che ha sfornato qualcosa come 600 film tra il 1922 al 1936 prima di essere chiusa da Hitler. La consegna dell’Orso d’Oro alla Carriera a Maryl Streep sarà l’occasione per rivedere opere strepitose come Kramer contro Kramer, Radio America e la La scelta di Sophie.

Foto di Siebbi

Tags: , ,


A proposito dell'autore di questo post

Giornalista professionista, appassionato di animali e viaggi, cibo e informatica. Sognatore di professione, cerco di rendere migliore questo mondo raccontando e raccogliendo le piccole esperienze quotidiane che messe insieme fanno una vita. I miei figli dicono che è più facile saltarmi che girarmi intorno. Ma quella è solo apparenza. La sostanza è una costante attenzione per le cose belle e buone che questo mondo ci mette tutti i giorni nel piatto.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su ↑