Francia

Pubblicato il aprile 7, 2010 | da Sergio

0

Parigi – Il Quartiere Latino

Alla scoperta del Quartiere Latino…

Il Quartiere Latino si chiama così perché un tempo la lingua ufficiale di quest’area che sorge intorno all’università Sorbona era appunto il latino.

Il Quartiere Latino non è un’entità amministrativa, ma una zona compresa tra il V e il VI arrondissement, tra Saint-Germain-des-Prés e i Giardini del Lussemburgo sulla rive gauche della Senna.

In zona oltre alla Sorbona ci sono diverse strutture dedicate all’istruzione, come il Collège de France, l’Institut Supérieur d’Électronique de Paris, l’École nationale supérieure des beaux-arts, l’École Normale Supérieure e diversi licei.

Questo fa del ‘quartiere’ un’area molto frequentata da studenti, professori, bohemien e intellettuali. Che, come è risaputo, amano molto divertirsi oltreché studiare, per cui qui si trovano un’infinità di ristoranti, locali, bar, brasserie: tutta la zona è particolarmente indicata per chi ama la vita notturna.

Il Quartiere Latino è di fronte all‘Île de la Cité e all’Île Saint-Louis, e sono diversi i ponti famosi e storici che lo collegano alle isole, tra questi Pont de Sully, Pont de la Tournelle, Pont de l’Archevêché, il Pont au Double e Pont Neuf, il più antico di Parigi.

Il quartiere è bello e turistico anche di giorno perché all’interno della sua cerchia ci sono monumenti di grande importanza, come il Panthéon, il Museo Nazionale del Medioevo, il Palazzo del Lussemburgo sede del Senato di Francia con gli annessi giardini, la Chiesa di St-Julien le Pauvre, una delle tre chiese più antiche della città, la chiesa di St. Séverin, l’Arènes de Lutèce e le Terme romane. Una visita la merita sicuramente la stessa Sorbona, l’università di Parigi per eccellenza.

Dove dormire

Trovare alloggio nel Quartiere Latino non è difficile se si ha avuto l’accortezza di prenotare con anticipo. Parigi è sempre, in tutte le stagioni, meta turistica, e il quartiere latino è uno dei più ambiti dove dormire. Qui si trovano soluzioni di tutte le categorie, dagli hotel a 3-4 stelle alle pensioni economiche a gestione familiare, ai B&B. In zona anche numerosi ostelli frequentatissimi da giovani turisti e studenti.

Risorse utili:

Foto del Pont Neuf di jfgornet


Tags: ,


A proposito dell'autore di questo post

Giornalista professionista, appassionato di animali e viaggi, cibo e informatica. Sognatore di professione, cerco di rendere migliore questo mondo raccontando e raccogliendo le piccole esperienze quotidiane che messe insieme fanno una vita. I miei figli dicono che è più facile saltarmi che girarmi intorno. Ma quella è solo apparenza. La sostanza è una costante attenzione per le cose belle e buone che questo mondo ci mette tutti i giorni nel piatto.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su ↑