WikiGiovy

Pubblicato il marzo 19, 2014 | da Giovy

0

La Gomera: dove la primavera è perfetta

Se c’è un luogo dove mi piacerebbe passare la primavera, quel luogo sarebbe proprio La Gomera.

Quando andai alle Canarie ero pronta a conoscere Tenerife, con i suoi profili aspri che dall’aereo sembravano quasi volermi raccontare un’isola arrivata direttamente dalla preistoria. Dopo alcuni giorni passati ad osservare un mare bellissimo ed una terra davvero bisognosa di dissetarsi, ecco che un aliscafo veloce mi porta in una delle due Canarie di cui proprio non sapevo nulla (ovvero La Gomera e El Hierro). Le Canarie sono un po’ come le province di certe regioni oppure i Sette Nani: ti metti ad elencare i nomi, ma ti dimenticherai sempre qualcosa.

Quando arrivai a La Gomera era mattino e tutto scintillava. Io mi guardavo attorno e riconoscevo in quest’isola qualcosa che la imparentava alle sue vicine un po’ più note, ma c’era anche qualcosa di completamente diverso. Quella diversità si presentava a me quando aprivo la finestra al mattino e guardavo verso il mare: un verde rigoglioso e quasi tropicale imperava su un paesaggio a tratti arido.

La Gomera è un’isola verde, molto verde perché, come mi hanno spiegato, è più sotto gli Alisei delle altre Canarie e quindi qui arriva qualche goccia di pioggia in più, evidentemente sufficiente per renderla più rigogliosa. Mentre ero lì passavo le mie giornate a godermi la montagna al mattino e il mare il pomeriggio. Contrariamente a quanto la gente pensa, le Canarie sono un posto da scarponi e zaino, oltre che da costume e crema solare. Qui si può fare del gran trekking, anche grazie all’ottima rete di autobus che ti fanno scendere all’inizio del sentiero e ti recuperano alla fine. Le fermate sono ovunque e non ci si può perdere.

La Gomera è il luogo perfetto per la primavera proprio per quegli Alisei che la rendono tanto verde. E’ facile, su quell’isola, chiudere gli occhi e sentirsi cullati da un vento dolce e gentile. Succede in spiaggia così come sul Pico del Garajonay, il vulcano dell’Isola che dà il nome anche ad un parco naturale davvero incredibile.

Di quest’isola ricordo alla perfezione le foreste di banani e la sabbia granulosa che si attaccava al mio asciugamano e non lo mollava più. Ricordo benissimo un carpaccio di tonno davvero speciale e un paese, Agulo, che sembrava volermi raccontare mille storie.

Se cercassi una primavera perfetta, sarei sicura di trovarla a La Gomera.


A proposito dell'autore di questo post

Travel blogger e scrittrice freelance: classe 1978, sbrindola, poliglotta e viaggiatrice per indole. Nasco e cresco in Veneto, divento grande in Svizzera per poi coltivare le gioie del cuore in Emilia. Mi piace viaggiare con i mezzi pubblici, con gli occhi ben aperti e con il cuore curioso. Ho una passione sfrenata per le Isole Britanniche e per i piccoli luoghi che non aspettano altro che essere raccontati.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su ↑