Divertimento

Pubblicato il febbraio 15, 2016 | da Sergio

0

Disneyland Paris: le attrazioni per bambini fino ai 7 anni

Quando una famiglia con bambini arriva a Disneyland Paris si trova catapultata in un altro universo. Improvvisamente il mondo si trasforma e la favola diventa realtà: Alice esiste davvero e il Paese delle Meraviglie si tocca con mano, Peter Pan ti accompagna personalmente nell’Isola che non c’è e Aladdin esce dagli schermi del cinema per farti visitare la Città incantata di Agrabah. Il villaggio indiano di Pocahontas non è più solo finzione e il Castello della Bella e la Bestia si innalza proprio lì davanti ai tuoi occhi.

Disneyland Paris, il parco divertimenti più grande d’Europa, accoglie ogni anno 15 milioni di persone ed è magicamente adatto a tutte le età. Qui si divertono i bambini, ma anche gli adolescenti e gli adulti: ci sono giostre, spettacoli e spazi di svago per i più piccoli, ma anche attrazioni adrenaliniche per i più grandi. Ci sono spettacoli adatti a ragazzini fino a 8-10 anni, ma anche incredibili esperienze cinematografiche più indicate per gli adolescenti e gli adulti, come ad esempio nel cinema-teatro Imax.

Questo primo post è dedicato alle attrazioni di Disneyland Paris adatte ai bambini fino ai 5-7 anni, luoghi da favola estremamente sicuri dove i bimbi si divertono come dei matti.

E’ necessario fare una premessa. E’ impensabile visitare Disneyland Paris in un solo giorno. Questo è valido per qualunque turista, dalle famiglie con bambini piccoli a quelle con ragazzini più grandi, ma anche per le coppie di innamorati o di sposi che si regalano un viaggio in questo posto da favola.

Quale Hotel a tema scegliere?

Per godere al 100% dell’esperienza è consigliabile prenotare in uno degli hotel a tema di Disneyland che si trovano in prossimità del parco divertimenti. E’ possibile dormire nel lussuoso 4 stelle Disney’s Hotel New York in perfetto stile newyorkese, nel 3 stelle Disney’s Sequoia Lodge ispirato ai parchi nazionali statunitensi o nei più economici Disney’s Hotel Cheyenne in un’atmosfera da città del Far West, Disney’s Hotel Santa Fe in ambiente Tex-Mex o nei bungalow del Disney’s Davy Crockett Ranch in un clima molto rustico e avventuroso.

Sono inoltre disponibili altri hotel vicini a Disneyland Paris sempre caratterizzati da ambienti particolari, ma non propriamente disneyani. Il 4 stelle Vienna International Magic Circus Hotel propone un ambiente circense con clown e acrobati, il Radisson Blu Hotel è invece a due passi dal campo da Golf Disneyland, mentre il Vienna International Dream Castle Hotel vi catapulterà nel magico mondo della Vecchia Europa e dei Tre Moschettieri.

Preso possesso della camera non resta che immergersi nel fantastico mondo del parco divertimenti.

Consigli e idee per divertirsi a Disneyland

La prima cosa che un bambino vuole fare quando arriva a Disneyland Paris è parlare direttamente con Topolino. Finalmente il più famoso personaggio di Walt Disney non è solo un disegno su un giornalino, ma è un vero personaggio con cui si può scherzare e farsi fotografare abbracciati. Per esaudire questo desiderio è necessario che i genitori si informino preventivamente sul sito di Disneyland Paris: infatti gli incontri con Topolino, Minnie, Pluto, Winnie the Pooh e tutti gli altri personaggi sono programmati in precisi orari e luoghi.

In tema di attrazioni i bambini fino a 5-7 anni hanno solo l’imbarazzo della scelta. Sempre sul sito del parco è proposto un itinerario per due giorni di visita: forse vale la pena leggerlo. Ma non sarà facile spiegare ai ragazzini tutti presi dall’avventura che la fantasmagorica attrazione a cui si sta passando davanti è in programma per un altro momento. Per cui rassegnatevi a modificare il vostro itinerario in funzione del momento: insomma, cogliete l’attimo e lasciate decidere ai vostri figli.

La toponomastica del parco permette di pianificare la visita. Sono 5 le grandi aree in cui è suddiviso Disneyland Paris: Frontierland, Adventureland, Fantasyland, Discoveryland e Main Street. Proviamo ad identificare per ogni zona le attrazioni più adatte ai bambini fino ai 5-7 anni.

A Frontierland & Adventureland in compagnia di Pocahontas e Aladdin

A Frontierland l’attrazione principale per questa età è il Pocahontas Indian Village, un parco giochi con strutture dove arrampicarsi in tutta tranquillità che ripropongono il villaggio della principessa degli Algonquin.

Nel ‘paese immaginario’ di Adventureland si trovano Pirates’ Beach uno spazio avventura dove giocare ai bucanieri, il Passage Enchanté d’Aladdin con la città di Agrabah dove vivono Aladino e il Genio della lampada e la Captain Hook’s Pirate Ship dove Peter Pan sfida Capitan Uncino mentre Wendy rischia la vita sulla passerella (uno strano Tic-Tac si sente nell’aria …).

A Fantasyland si incontra Peter Pan, la Bella Addormentata e Dumbo

Ma è sicuramente Fantasyland il mondo immaginario in cui i bimbi più piccoli possono trovare tantissime attrazioni a loro misura. Nello spazio denominato Peter Pan’s Flight si vola sui cieli di Londra e nel magico mondo incantato di Peter Pan, Wendy e Trilly. Nell’Alice’s Curious Labyrinth si ritrova il labirinto del Paese delle Meraviglie, con il Bianconiglio, il Cappellaio Matto e la Regina di Cuori pronta a tagliare le teste.

Le Château de la Belle au Bois Dormant è una delle attrazioni più belle di Disneyland Paris e anche una delle più visibili: il castello svetta sul parco e il suo interno è tutto una magia. Il Mad Hatter’s Tea Cups e Dumbo the Flying Elephant sono due attrazioni meccaniche: sulla prima si gira su se stessi dentro grandi tazze da tè, mentre nella seconda è l’elefantino Dumbo la carrozza per una montagna russa fatta apposta per i più piccoli.

Sempre a Fantasyland si trovano altre attrazioni per bambini. Le Carrousel de Lancelot è una simpatica giostra di cavalli, tanto romantica (per le bimbe) quanto cavalleresca (per i bimbi). Nel Pays des Contes de Fées sono riprodotti in miniatura i paesaggi e le scene più belle dei Classici Walt Disney, infine, con Le Petit Train du Cirque si viaggia sul dolcissimo trenino che trasportava gli animali del circo dove lavorava anche Dumbo.

Il mondo incantato di Discoveryland

Nel mondo incantato di Discoveryland i più piccini possono perdere la testa nel Buzz Lightyear Laser Blast sparando con raggi laser contro i nemici di Buzz, oppure pilotare una navicella spaziale disegnata nell’800 nell’attrazione chiamata Orbitron. Ma sicuramente i vostri bimbi non vedranno l’ora di diventare piloti di auto in stile Anni ’50 sulle miniautostrade di Autopia.

Lungo Main Street tra gadget, souvenir e modellini

Infine, il momento che tutti i genitori vorrebbero evitare, ma che invece li vedrà protagonisti assoluti. E non solo perché metteranno mano continuamente al portafoglio, ma anche perché saranno loro stessi a rimanere affascinanti da tante meraviglie.

Stiamo parlando del paese immaginario chiamato Main Street. Si tratta della riproduzione fedele di una cittadina dell’inizio del 1900, con il grande viale centrale su cui si affacciano tantissimi negozi di gadget e souvenir, ma anche ristoranti e punti ristoro. La strada è percorsa da meravigliose riproduzioni di macchine d’epoca, sia a motore che trainate da cavalli. Main Street può diventare anche un momento di apprendimento, con il Discovery Arcade, dove sono riprodotti i modellini in scala di alcune delle più importanti invenzioni del XX Secolo.

Con le ultime spese nei negozi di Main Street l’avventura a Disneyland Paris può dirsi conclusa. Non resta che uscire dal parco e aspettare il momento in cui il bambino/a realizzerà che la festa è finita. E’ in quel momento che iniziano i problemi per le mamme e i papà. Ma anche questo fa parte del gioco.

Foto di wrayckage

Tags: ,


A proposito dell'autore di questo post

Giornalista professionista, appassionato di animali e viaggi, cibo e informatica. Sognatore di professione, cerco di rendere migliore questo mondo raccontando e raccogliendo le piccole esperienze quotidiane che messe insieme fanno una vita. I miei figli dicono che è più facile saltarmi che girarmi intorno. Ma quella è solo apparenza. La sostanza è una costante attenzione per le cose belle e buone che questo mondo ci mette tutti i giorni nel piatto.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su ↑