Luoghi

Pubblicato il marzo 3, 2016 | da Giulia

2

Svezia on the road: il viaggio dei sogni

La Svezia è una nazione grande circa due volte l’Italia, ricca di posti da visitare e di luoghi incantevoli in cui il clima è molto diverso dal nostro. Organizzare un viaggio on the road in Svezia con la propria auto significa, innanzitutto, raccogliere le informazioni più giuste e prepararsi nel migliore dei modi conoscendo bene quali siano gli itinerari da seguire. Inoltre è bene affidarsi a un po’ di sano spirito avventuroso, quindi lasciando stare i tour operator, ma andando verso quelle che sono le proprie esigenze personali e la voglia, irrefrenabile, di provare nuove emozioni.

Prima di partire alla scoperta della Svezia è molto importante, soprattutto quando si viaggia in macchina, possedere una polizza auto per l’estero, specialmente se non si è sicuri di avere la Carta Verde. Online potrete trovare il modo di confrontare le assicurazioni per l’auto, ad esempio in questo sito web e cercare il pacchetto ideale per i vostri bisogni, tutelandovi sotto ogni punto di vista.

Ora non vi resta che partire a bordo della vostra automobile e cominciare il vostro viaggio on the road. La prima tappa, dopo aver superato l’Italia, è Copenaghen, capitale della Danimarca. La città danese costituisce il confine più vicino alla Svezia e raggiungerla diventerà il primo obiettivo del vostro viaggio. Se arriverete di sera, è meglio pernottare in uno dei tanti alberghi della capitale per partire, di primo mattino, per Helsingør: dove vi imbarcherete con la vostra auto, attraverserete lo stretto che divide le due nazioni e raggiungerete finalmente la Svezia.

Una volta sbarcati non vi resta che puntare verso Göteborg, città di una certa fama. Il bello delle autostrade svedesi è che costituiscono di per sé una grande attrattiva panoramica, spaziano su fiordi e isolette, lungo percorsi che si immergono in paesaggi collinosi e ricchi di abeti. Göteborg con il suo porto, il più grande del Nord Europa, è famosa per i suoi canali che i turisti percorrono ogni anno a bordo di battelli appositi.

Passando dal lago di Vänern punterete più a nord, verso Oslo, una città divisa tra boschi e zone industriali. Il bello di Oslo è che i suoi comuni sono scarsamente popolati, ma le aree da visitare enormi. Qui ogni anno sono conferiti i celebri premi Nobel, ma voi non andrete ad Oslo, fermandovi poco prima, a Säffle, un piccolo paese vicino al confine con la Norvegia. Qui i percorsi boschivi si succedono l’uno dietro l’altro, e potrete anche allestire piccole tende per trascorrere qualche ora immersi in un panorama di rara bellezza, oppure, se la stagione lo permette, prendere il sole in spiaggia e fare il bagno nelle acque limpide dell’omonimo lago.

Il giorno seguente è tempo di rimettersi in marcia e raggiungere Östersund, una piccola città famosa per lo sci nordico. A questo punto noterete che le autostrade diventano sempre più strette e i centri abitati molto rari. Östersund è il cuore pulsante della Svezia e qui troverete molte cose da fare: potrete visitare l’isola di Frösön, oppure, spendendo poche corone, frequentare un corso di equitazione nelle tante fattorie della zona o cimentarvi nella pesca sportiva.

Raggiungendo Jämtland arriverete in piena Lapponia, quindi nella Svezia settentrionale. Si tratta di superare un’autostrada piccola in cui vi sentirete tagliati fuori dal mondo, quasi isolati. Dopo Jämtland proseguirete verso Arvidsjaur e visiterete il suo celebre museo all’aperto.

Puntando ancora più a nord arriverete a Jokkmokk, un territorio situato nella punta più estrema della Svezia, ai confini della Finlandia. Qui è meglio lasciare l’auto e alternare qualche giorno tra passeggiate nei boschi di alberi dalla corteccia bassa, abeti e bellissimi ruscelli di cui questa parte della Lapponia è piena.

Ripiegando verso sud arriverete a Stoccolma, capitale della Svezia e, scendendo verso la costa, ammirerete il mare svedese. I ristoranti della città sono cari, ma passare una giornata qui ne vale sicuramente la pena, soprattutto per ammirare lo stile barocco delle sue chiese o dei palazzi reali.

Dopo Stoccolma il vostro viaggio on the road in Svezia termina e lascerete, una volta giunti a casa, percorsi, città e immensi paesaggi che resteranno per sempre nel vostro cuore.

Tags:


A proposito dell'autore di questo post

Quando scrivo viaggio, quando sogno viaggio, quando vivo vorrei sempre viaggiare. Purtroppo non riesco a scappare quanto vorrei, ma per fortuna il mio lavoro mi porta in giro per il mondo, a contatto con la gente. Quando torno mi chiudo dentro la mia stanza e ritorno da dove sono arrivata con la penna o la tastiera. Amo leggere i post di viaggio che si trovano nella rete. Ogni volta che raccontate di un vostro viaggio ... io vorrei essere stata lì con voi.



2 Responses to Svezia on the road: il viaggio dei sogni

  1. franco franco says:

    Ma chi ha scritto questo articolo non e’ mai stata in Svezia altrimenti saprebbe che Oslo non sta in Svezia ma in Norvegia. A nord del lago Vaanern si punta verso Oslo? Ma basta guardare una cartina geografica….Goteborg il piu’ grande porto d’Europa?

  2. Franco non essere così severo con noi! Ammetto che ci sono un paio di imprecisioni nell’articolo ma sono più che altro delle sviste di ordine editoriale. Riguardo a Oslo, non la citiamo come meta ma come la direzione verso cui proseguire il viaggio, infatti la destinazione di cui parliamo in quel paragrafo è in realtà Säffle. Anche ad inizio di articolo citiamo Copenaghen in fin dei conti! Per quanto riguarda Göteborg ci è scappata la parola ‘Nord’. Come tu sottolinei infatti è solo il terzo porto per grandezza in Europa, ma è il primo nel Nord Europa. Se puoi perdonaci, noi comunque ti ringraziamo per averci segnalato queste imprecisioni. Ciao!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su ↑