Feste

Pubblicato il settembre 2, 2011 | da Sergio

2

Oktoberfest 2011: Eine Maß Bier bitte! Ancora un boccale per favore!

Mancano pochi giorni all’inizio della 201-esima edizione dell’Oktoberfest. Chi ha prenotato un hotel in anticipo non avrà problemi, gli altri … sono ancora in tempo per trovare una stanza dove riposare dopo l’assalto ai  Festhalle, i capannoni delle birrerie. Ecco tutte le informazioni utili per conoscerevita, storia e miracoli dell’Oktoberfest (compresi gli ultimi aggiornamenti per l’edizione 2011). Di seguito riportiamo alcune delle curiosità che potrebbero raccontarvi gli amici di ritorno dalla festa. Se credergli o meno spetta a ciascuno di voi. Buone bevute a tutti!

La festa popolare più famosa di Monaco accoglie ogni anno quasi 6 milioni di persone che si scolano oltre 7 milioni di boccali di birra. Chi più e chi meno ovviamente, considerando che sono diverse centinaia di migliaia i bambini che vanno all’Oktoberfest solo per il grandioso Luna Park adiacente agli immensi stand dove si mangia e beve. Il 20% dei visitatori sono stranieri e ben 500 mila gli italiani (e fin qua è tutto vero).

Molti di loro sono tornati raccontando storie incredibili. Come quella degli uomini-uccello che si aggirano per la festa gorgheggiando come passeri al corteggiamento. Gli ignari bevitori non si sono accorti che tanto soave canto è prodotto da Der Vogel Jakob, un tradizionale gioco bavarese. In sostanza alcuni burloni riescono a emettere cinguettii e canti tenendo in bocca speciali fischietti artigianali, invisibili dall’esterno.

Se poi gli amici tornano e vi raccontano di pulci che trainano piccoli oggetti e carretti e che giocano a calcio … non prendeteli per pazzi o alcolizzati. Tra i fumi dell’alcool hanno assistito a uno degli spettacoli più teneri e intriganti della festa: il circo delle pulci.

Invece pretendete i filmati come prova di quelli che assicurano di aver fatto faville con il gioco chiamato Hau den Lukas. Spesso mentono sapendo di mentire. Il gioco infatti è fatto per i sobri. In sostanza si deve picchiare con un grosso martello di legno su un blocco che viene così lanciato su un binario in verticale: vince chi fa suonare la campanella posta in alto. E’ roba da esperti, non da energumeni avvinazzati.

Meraviglie ‘vere’ invece sono quelle dello spettacolo dello ‘Schichtl’. Si tratta di uno spettacolo assolutamente da non perdere di magia, illusionismo e curiosità varie, che si susseguono ad un ritmo così frenetico da far perdere la testa a chi assiste. Il tutto è fatto naturalmente per far credere l’impossibile che puntualmente verrà raccontato al ritorno ad amici e parenti.

Se poi chi rimpatria dice di aver visto tanti Einstein in giro per i Festahalle … potete credergli. Diversi bavaresi infatti curano tutto l’anno barba e capelli per assomigliare all’esimio matematico che in giovane età lavorò per una ditta di allestimenti che montava le lampadine elettriche nei capannoni. Lampadine di Archimede per idee brillanti?

E poi ancora potete credere a un paio di curiosità che riguardano i boccali, i mitici Maß. Le meravigliose cameriere (tutte belle dopo il secondo boccale) che servono nei festhalle riescono a tenerne stretti tra braccia e seno fino a 12 da un litro mentre gli splillatori riescono a riempire un boccale in poco più di un secondo.

Non mentono neanche coloro che racconteranno di aver visto la festa con gli occhi … di una statua. Hanno infatti salito i 120 gradini che portano in cima al simbolo della Bavaria: dall’alto hanno potuto guardare la festa attraverso gli occhi della statua. Un consiglio: la statua può anche essere utilizzata come punto di riferimento per i gruppi di amici che si perdono nel corso della serata.

C’è anche chi esagera e racconta di aver assistito ad amplessi in piena festa sotto gli occhi di tutti. Il bello però è che è capitato davvero!!! Nel 1995 un gruppo di italiani denunciò alla polizia, che la sorprese in flagranza di reato, una troupe di film porno che riprendeva una scena di sesso nei pressi della Grande Ruota.
Persone di poco spirito secondo me… I delatori ovviamente.

Eine Maß Bier bitte!!! Ancora un boccale per favore!!!

Foto di josef.stuefer

Tags: ,


A proposito dell'autore di questo post

Giornalista professionista, appassionato di animali e viaggi, cibo e informatica. Sognatore di professione, cerco di rendere migliore questo mondo raccontando e raccogliendo le piccole esperienze quotidiane che messe insieme fanno una vita. I miei figli dicono che è più facile saltarmi che girarmi intorno. Ma quella è solo apparenza. La sostanza è una costante attenzione per le cose belle e buone che questo mondo ci mette tutti i giorni nel piatto.



2 Responses to Oktoberfest 2011: Eine Maß Bier bitte! Ancora un boccale per favore!

  1. ele says:

    non mi ero mai interessata all’oktoberfest, la consideravo una specie di raduno per alcolisti …dopo averti letto sono molto incuriosita ..quasi quasi …
    grazie per le belle info

  2. Sergio says:

    Non vorrei deludere le tue aspettative e sembrarti in contraddizione, ma l’Oktoberfest E’ un raduno di alcolisti. E ce ne sono proprio tanti. Solo che sono tutti simpatici e allegri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su ↑