Mostre

Pubblicato il marzo 20, 2012 | da Sergio

0

Mostre San Marino: La Pittura americana – da Hopper a Warhol

E’ dedicata alla pittura americana del XX secolo la mostra proposta da Linea d’Ombra, società diretta da Marco Goldin, a Palazzo Sums di San Marino fino al 21 giungo. Linea d’Ombra è la società che organizza Van Gogh e il viaggio di Gauguin al Palazzo Ducale di Genova aperta fino all’1 maggio di quest’anno. La mostra sanmarinese è in contemporanea con quella realizzata sempre da Linea d’Ombra ‘Da Vermeer a Kandinsky’ a Castel Sismondo a Rimini.


L’esposizione di San Marino, La Pittura americana – da Hopper a Warhol, comprende un’importante produzione che parte dal realismo di Edward Hopper e passa per le opere di Thomas Hart Benton e di Giorgia O’Keeffe.

Dopo il realismo di questi grandi artisti la mostra propone un passaggio verso la grande astrazione americana, con nomi celebri come Jackson Pollock, presente con due opere, e Franz Kline, con un dipinto del 1960.

L’esposizione prosegue con le opere di Arshile Gorky e di altri artisti americani come Morris Louis, Mark Rothko e Sam Francis. Il percorso culturale proposto da Linea d’Ombra comprende ovviamente un passaggio sui grandi nomi della Pop Art, Andy Warhol e Roy Lichtenstein: del primo è presentata una versione del ‘ritratto’ di Jacqueline Kennedy.

La mostra si chiude con un omaggio a Andrew Wyeth, con i quadri con le facciate bianchissime delle case della provincia americana immerse nel sole e con una grande tela di Keith Haring.

Come detto, la mostra sanmarinese è in parallelo con quella presentata a Castel Sismondo e intitolata Da Vermeer a Kandinsky – Capolavori dai musei del mondo. Si tratta di una raccolta di opere realizzate dalla metà del Quattrocento fino al Novecento: il meglio della produzione in diverse nazioni nel periodo di maggior fulgore della pittura. Per cui, ad esempio, per il Seicento e il Settecento italiano sono proposte opere di Caravaggio, di Canaletto e di Tiepolo.

Tags:


A proposito dell'autore di questo post

Giornalista professionista, appassionato di animali e viaggi, cibo e informatica. Sognatore di professione, cerco di rendere migliore questo mondo raccontando e raccogliendo le piccole esperienze quotidiane che messe insieme fanno una vita. I miei figli dicono che è più facile saltarmi che girarmi intorno. Ma quella è solo apparenza. La sostanza è una costante attenzione per le cose belle e buone che questo mondo ci mette tutti i giorni nel piatto.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su ↑